Punteruolo rosso, secondo abbattimento ai Giardini

LA SPEZIA– “Caduta” la seconda vittima del punteruolo rosso in città. Nel pomeriggio di martedì 30, infatti, è stata abbattuta un’altra palma, questa volta ai Giardini pubblici. Avevamo interpellato l’assessore Cristiano Ruggia a tal proposito e ci aveva già annunciato la malattia della palma. Il freddo di questi giorni, aveva aggiunto, è “benefico” per le larve del pericoloso parassita delle palme, perché ne blocca crescita e riproduzione. A breve, inoltre, dovrebbero iniziare gli interventi per salvare gli alberi già attaccati, ma ancora salvabili. Sono stati stanziati 100.000 euro.

Sulla possibilità di ripiantumazione, Ruggia dice “sì, ma vanno piantate palme di tipo diverso, non attaccabili dal punteruolo“.

L’allerta comunque permane, il punteruolo ha fatto strage di alberi sia nella riviera di Ponente che in Versilia e la situazione va monitorata attentamente. Ci viene segnalata un’altra palma apparentemente sofferente, sempre ai Giardini, lungo la pista ciclabile, a fianco del monumento a Nazario Sauro.

A tal proposito ricordiamo ancora una volta come controllare gli alberi e come attivarsi in caso di sospetta malattia.

Come si riconosce.
L’insetto adulto è un coleottero di 4, 5 cm di colore rossiccio che deposita le uova nelle parti più giovani e dunque più tenere delle piante.
Dalle uova nascono le larve di colore bianco che iniziano a scavare gallerie nutrendosi delle parti più tenere della pianta.
I primi sintomi riscontrabili sulle palme sono l’asimmetria della chioma e la presenza di foglie spezzate o con margini seghettati.
Successivamente il danno si presenta sempre più intenso con la cima che si piega e la chioma che si appiattisce. La pianta, da un’osservazione a distanza, appare come appiattita.

Chi avvertire.
Servizio Verde Urbano ( 0187727.707 – email: verde pubblico@comune.sp.it )
Servizio Fitosanitario Regionale ( 0187770441 – email: walter.baruzzo@regione.liguria.it )

(Foto di repertorio: la palma abbattuta in data 12 dicembre in Piazza Brin)

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.