La Regione "regala" un carico di rifiuti a Saliceti

LA SPEZIA– Il Natale ha portato alla nostra provincia un “regalino” da parte della Regione: infatti è stata prorogata l’emergenza rifiuti in Liguria (fino al 31/12/2015) e, nello stessa data (22/12/2014), con una determina provinciale si autorizza il conferimento di rifiuti da Genova alla discarica di Saliceti, già nel mirino per le emissioni odorigene considerate “fuori controllo” (ci furono anche due esposti). La possibilità che giungessero rifiuti da fuori provincia ci era già stata ventilata dall’ingegner Giulio Maggi di Acam nel corso del colloquio del novembre scorso (Questione rifiuti: Saliceti a pieno regime). L’autorizzazione durerà fino al 31 dicembre 2015 e rimuove completamente i contestati problemi di emissioni odorigene; si legge infatti che “i rifiuti vengono gestiti senza pericolo per la salute dell’uomo e senza usare procedimenti o metodi che potrebbero recare pregiudizio all’ambiente (ex art. n° 177, c4, del D.Lgs. n° 152/06). La gestione avviene senza determinare rischi dell’acqua, dell’aria e del suolo nonché per la fauna e la flora, senza causare inconvenienti da rumori e odori e senza danneggiare il paesaggio e i siti di particolare interesse. La salute e la sicurezza del lavoro vengono garantite nel rispetto delle norme in vigore“.

Ma cosa arriverà di preciso? Saranno rifiuti urbani, quindi, come rileva Marco Grondacci nel suo blog, con un tasso di umidità tale che potrebbe causare problematiche legate alle emissioni di odori. Insomma, una bella “sorpresina” per i cittadini che abitano nei pressi della discarica. Grazie alla Giunta Burlando che, non essendo in grado di gestire correttamente la cosiddetta “emergenza rifiuti“, “scarica” sulla Provincia, altrettanto inefficiente. E su Acam, che a sua volta non è in grado di far funzionare l’impianto di Saliceti. A inefficienza, insomma, si aggiunge inefficienza: quando si riuscirà a risolvere definitivamente il problema? E lo chiamiamo problema e non emergenza, perché le emergenze prima o poi passano (dell’uso della parola “emergenza” parlammo anche qui), ma i problemi no, soprattutto se non si fa nulla di concreto per risolverli. Se non “spostare” la spazzatura da un sito all’altro.

Per informazioni più specifiche: NotediGrondacci

La determina della Provincia: testo completo

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.