Pallavolo uomini, nuova sconfitta per la Zephyr Trading

ZEPHYR TRADING – FORISINDEX CM GLOMEX RAVENNA 2 – 3
ZEPHYR TRADING VALDIMAGRA: Tosi 6, Paoletti 0, Perissinotto 32, Baldassini 0, Giannarelli 8, Poli 8, Aldovardi 0, De Rosa 11, Scatizzi 6, Pozzatello libero. N.e. Benevelli e Zoppi. Allenatore: Marselli.
FORISINDEX CM GLOMEX RAVENNA: Bendandi 2, Sirri 9, Dalmonte 2, Cerquetti 18, Amorico 14, Kessler 2, Rota 12, Belloni 16, Montesanti libero; n.e. Sasdelli e Peschiulli. All. Mascetti.
ARBITRI: Ivan Tizzanini e Daniele Spitaletta.
PARZIALI: 18-25, 20-25, 25-21, 25-23, 14-16.
DURATA SET: 23 minuti, 24, 25, 26, 20.

La Zephyr c’è. Se la seconda sconfitta consecutiva, seppur di nuovo al quinto set, può far pensare che i rossoblu debbano rassegnarsi una volta per tutte a un campionato all’insegna della salvezza e basta…iniziamo col rispondere che un punto contro i ravennati non è poca roba, anche in casa, poi non dimentichiamo che i valligiani hanno sfiorato la vittoria in un match che perdevano per due set a zero (e ciò la dice lunga sull’attuale tenuta morale della squadra).
Cronaca. Al Palaconti la Zephyr Trading si schiera con Tosi al palleggio e Perissinotto opposto, De Rosa e Scatizzi al centro con Pozzatello libero, Giannarelli e Poli di banda dove alla lunga si vedrà pure Aldovardi. Più di una volta, nei momenti topici, mister Marselli inserirà Paoletti per questioni di battuta e Baldassini a rimpiazzo di Tosi, onde alzare il “muro”. La Forisindex Cm Glomex Ravenna risponde con capitan Bendandi in costruzione e Sirri che poi sarà rilevato da Dalmonte in diagonale, Cerquetti e Amorico all’ala, Rota e Belloni in mezzo con Montesanti libero.

Primo set equilibrato sino al 14-14, quindi gli ospiti ingranano una marcia in più e s’ aggiudicano la frazione per 18-25, nonostante coach Andrea prenda a chiedere time-out. La seconda frazione registra una certa reazione di capitan Tosi e compagni, che in avvio si ritrovano avanti per 6-3, ma successivamente fra i romagnoli entra in partita pure Amorico e si finisce sugli stessi binari della prima parte dell’incontro: da lì al 20-25 conclusivo il passo è breve. Terzo set altalenante, ma nel finale i padroni di casa tirano fuori il sussulto giusto, li facilita un cartellino rosso che vale loro il punto del 24-21 e per finire ci si mette anche una palla fuori di quel Cerquetti che pure risulterà il miglior realizzatore ospite. Sullo slancio i locali trovano il modo di reagire anche al volitivo ritorno avversario nel quarto set, per cui dal 2-5 e 5-8 per Ravenna si passa all’ 11-11 e al 15-15, in seguito gran battaglia punto a punto finché l’ennesima bordata di Perissinotto fa 25-23 e 2-2. Nel quinto set trainer Stefano Mascetti gioca la carta Kessler, di Bellaria seppur di padre inglese, alla schiacciata; ma è soprattutto dopo un time-out chiesto quando la Trading Zephyr stava conducendo per 9-3, che Ravenna ritrova il bandolo della matassa, sino a spuntarla con un 14-16 sancito da una sberla di Belloni che decreta il 2-3 finale. Peccato per quei 32 punti trentadue di Perissinotto, di gran lunga “top scorer”, che paradossalmente non portano al successo. Ma è chiaro che a questa Trading, peraltro ancora fuori dalla zona-retrocessione, non piace perdere.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.