E' lecito far soldi con la Parola di Dio? Ovvero Benigni, gli sciamani e l'anargirismo

Dio è dappertutto e come dicono i Santi e i Profeti usa strumenti per comunicarci la Sua bellezza e il Suo amore per noi umani incomprensibili, quindi potrebbe essere che Dio abbia scelto Benigni per questa missione.

Così si può pensare che il nostro Roberto hollywoodiano sia ispirato da Dio e abbandonati i panni dell’irriverente contestatore si sia trasformato in un comunicatore della Parola di Dio. Qualcosa tra un mistico, in contatto col Padreterno, e uno sciamano.  Quello che non è chiaro, è perché un predicatore della Parola di Dio chieda e riscuota somma così considerevoli, che tiene per sé senza fare opere di misericordia: come dire costruire un ospedale, finanziare la ricerca, l’arte, salvare il patrimonio artistico… Se Benigni comunica la Parola di Dio, quanto meno dovrebbe riconoscere a Dio i diritti d’autore, compiendo opere in Suo onore e a Sua gloria. Senza disturbare S. Francesco, ci sono tanti preti, frati, suore, laici che parlano di Dio, non chiedono nulla per sé ma aiutano gli altri, i più poveri, i più sfortunati. S.Agostino, S.Venerio, gli Apostoli, Madre Teresa di Calcutta, ma anche Mosè, non mi pare abbiano mai chiesto nulla per sé.
Insomma il divino col denaro (lo sterco del diavolo) pare non ha mai avuto buoni rapporti. Questa è una convinzione antica. Agli sciamani, che parlavano in nome degli spiriti era fatto divieto assoluto di ricevere compensi in denaro (pena la perdita del potere sciamanico e la maledizione degli spiriti). In proposito, si usava un termine preciso, non dei più comuni, ANARGIRISMO.
Dopo la serata, per molti bellissima, per altri pesantissima, ma questo non è il problema,si pone la domanda: è lecito fare i soldi a palate con la parola di Dio?
Una domanda che rivolgo agli entusiasti ammiratori dell’hollywoodiano Benigni.

Il dubbio è che Benigni, un tempo abile e simpatico attore, abbia fiutato il buon affare. A suo tempo guadagnò molto bene con la Costituzione definita la più bella del mondo, ma non è mai accorto di nulla quando veniva cambiata e diventava meno bella. E se diciamo così un qualunque Renzi cambiasse i comandamenti, anche questi definiti meravigliosi, San Roberto Benigni starebbe ugualmente in silenzio?

(Vinicio Ceccarini)

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.