"Lunigiana storica": i premiati

TERRAROSSA/LICCIANA NARDI- La Giuria del Premio “Lunigiana storica” nel castello Malaspina di Terrarossa di Licciana Nardi ha fornito una nuova conferma dell’autorevolezza che il Premio, nato ormai nel lontano 1984, sta acquistando sempre più in termini che travalicano ampiamente i suoi obiettivi iniziali. Quest’anno i membri della Giuria – coordinati dal Professor  Enzo Baldini (Università di Torino), Presidente del Premio, e dal Professor Germano Cavalli, Presidente dell’Associazione Manfredo Giuliani e Responsabile delle attività culturali e promozionali – hanno potuto toccare con mano come il Premio abbia ormai strumenti e antenne particolarmente sensibili e uniche per cogliere aspetti non ulteriormente eludibili, e comunque degni della massima attenzione, per il recupero e la valorizzazione della memoria storica di una terra tanto impregnata di una storia di straordinaria importanza nazionale ed europea, all’interno di un fruttuoso dialogo, ormai da tempo consolidato, con il presente e con le nuove generazioni, le sole in grado di garantire la continuità di una solida identità culturale e dei valori indispensabili per un tessuto sociale autenticamente democratico.

Quest’ultima edizione, sembra aver fatto fare al Premio un balzo in avanti‘ hanno sottolineato unanimi i membri della Giuria ‘Non solo per la quantità e l’originalità delle tesi e dei documentari televisivi che hanno partecipato al concorso. Anche per questo la discussione è stata ampia, anche se tutte le decisioni sono state assunte all’unanimità.’ Tra i numerosi documentari La Sezione “Documentari televisivi, Giornalismo e Materiali multimediali” è stata vinta da Daniele Ceccarini per il documentario “La Lunigiana: Licciana Nardi, la via del Santo Volto e la Via del Sale“, trasmesso da Tele Liguria Sud.

[vsw id=”ayHcpFyKIvc” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Tra le molte tesi di laurea magistrale è stata premiata quella di Folloni Fabio, “Il nucleo di monete e medaglie devozionali dalla chiesa di San Nicolò a Villafranca in Lunigiana“, mentre il Premio per le tesi triennali è stato assegnato a quella di Mariamaddalena Blandini, I Bergamini: uno sguardo al di là delle Alpi Apuane (entrambe discusse all’Università di Parma).
Il Premio speciale “Cesare Vasoli” è stato attribuito a Silvia Simonini (Studio dei registri mercuriali del comune di Bagnone dal 1848 al 1859 durante il dominio del ducato di Parma), mentre il Premio speciale “Siro Rocchi” è andato a Francesca Andrei (L’ex monastero delle Clarisse di Santa Maria del Castellaro a Codiponte: ricerca storico iconografica, rilievo topografico ed architettonico ed ipotesi di riuso funzionale), entrambe studentesse all’Unievrsità  di Parma).
La Giuria ha ritenuto inoltre di conferire, per il valore delle analisi e delle ricerche, una menzione particolare e una targa a Lorenzo Santelli per la tesi specialistica “Progettare a misura di bambino nel segno di Maria Montessori. La scuola dell’infanzia presso la Pieve di San Venerio alla Spezia” (Università di Pisa); a Lorenzo Berti per la tesi specialistica “Un Parco archeologico per la città di Luna: proposta progettuale e nuovi indirizzi di pianificazione del paesaggio” (Università di Genova); a Gianna Pannocchi per la tesi triennale “Il rischio idrogeologico: lo studio del territorio di Pontremoli” (Univ. Firenze).

Infine La Targa speciale “Lunigiana storica”, riservata ad illustri lunigianesi, è stata assegnata a Riccardo Ruggeri imprenditore, editore e collaboratore di riviste prestigiose; è inoltre autore di numerosi libri, l’ultimo dei quali “Fiat una storia d’amore (finita)” è uscito da pochi mesi.

La premiazione avverrà domenica 14 dicembre, alle ore 15:30, presso il Castello Malaspina di Terrarossa.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.