Sarzana- Consulta del Centro Storico – Gennaio sarà il mese sulla sicurezza

SARZANA– Ieri sera si è tenuta l’Assemblea pubblica della Consulta, la terza in poco più di cinque mesi dall’insediamento del nuovo Consiglio. Il Consiglio dal suo insediamento si è riunito dodici volte e a fronte di oltre 130 segnalazioni pervenute abbiamo formulato 70 richieste ufficiali ai vari uffici comunali. Questa attenzione rivolta alla Consulta è per noi fonte do grande soddisfazione e gratificazione. La serata è stata anche l’occasione per fare un punto sulle iniziative fatte e per comunicare quelle che sono in preparazione e che coinvolgeranno prossimamente i cittadini.
A partire dalla redazione delle osservazioni al bilancio di previsione 2014 del Comune, agli interventi decisivi di messa in sicurezza di Via dei Giardini, alle sollecitazioni in merito alla sosta dei residenti e gli operatori del Centro Storico per passare poi agli interventi sul decoro urbano in Piazza Cittadella e con l’acquisto delle oramai note “Dogtoilet” e poi Piazza Brun Caprini e la zona dello Skate Park per finire con la valorizzazione del percorso tra le due Fortezze ci hanno visti sempre in prima linea ad ascoltare i cittadini e poi proporre soluzioni all’Amministrazione.
I cittadini presenti hanno contribuito vivacemente alla discussione e hanno formulato richieste precise ribadendo la necessità di intervenire nell’area dello Skate Park confermando la proposta che la Consulta aveva proposto, vale a dire destinare l’area alla sgambatura dei cani. Hanno riproposto la necessità di cominciare da subito una campagna informativa sul porta a porta, per fare in modo che la città si abitui e conosca il nuovo metodo di conferimento dei rifiuti. Rimarcate anche le criticità e il pessimo stato dei bidoni per la raccolta dei rifiuti un po’ in tutto il centro cittadino. La criticità più grande rimane però la carente risposta nella Polizia Locale. Chiamate da parte dei cittadini senza poi che corrisponda un intervento e nessuna percezione del controllo di prossimità, di quel tipo di controllo che solo la Polizia Locale può e dovrebbe fare.
Per chi ha contatto con la città non è una novità e quindi la Consulta già nei giorni scorsi aveva proposto all’Amministrazione di voler valutare la possibilità di essere capofila in Val di Magra in un progetto di associazione dei vari corpi di Polizia Locale e permettesse quindi un servizio su tutte le 24 ore. Quello che noi avevamo proposto ora però diventa quasi un obbligo e ci fa piacere verificare che nel Piano Regionale per la Sicurezza tra i provvedimenti per fronteggiare la criminalità la regione suggerisca ai comuni liguri di associare proprio i Corpi di Polizia Locale. Gennaio sarà dedicato proprio a questo problema, incontreremo i cittadini suonandogli al campanello, andremo casa per casa per consegnare un questionario per capire quale mancanza di sicurezza percepiscono e dove. Questo servirà a costruire una mappa del rischio con la quale ci confronteremo con l’Amministrazione Comunale e allo stesso tempo favoriremo la partecipazione di chi ha poca confidenza con il modo “digitale” e di chi invece ha difficoltà a partecipare alle Assemblee pubbliche. Un’iniziativa ambiziosa da parte del Consiglio della Consulta che vuole continuare ad essere un importante canale di comunicazione tra i cittadini e l’Amministrazione Comunale.

Il Presidente della Consulta Territoriale del Centro Storico Massimiliano Giampedroni

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.