Spezia, le palle…girano!

Peccato, peccato davvero. Nei minuti finali è successo di tutto, Spezia che ha gestito in mal modo o forse superficialmente le insidie del “Provinciale” trapanese, ora sintetico, quasi sempre avaro per la squadra della nostra città. Eppure ancora una volta, chi è sceso in campo, comandato da mister Bjelica, aveva quasi portato a termine l’impresa. Pazienza, forse siamo abituati bene, e quando accadono epiloghi del genere, rimane l’amaro in bocca, ma il calcio è anche questo. Non è invece il cattivo siparietto di un calciatore (non voglio nominarlo di proposito) di casa che a fine partita si è lasciato andare anche troppo a facili provocazioni da parte della nostra tifoseria presente. Un calciatore come chi è dentro il rettangolo di gioco deve comportarsi da professionista e non farsi influenzare da quanto accade sugli spalti, invece…lasciamo perdere. Adesso le aquile di ritorno dal volo siciliano devono mantenere quella rabbia patita negli ultimi secondi del match, facendo tesoro degli errori per ripartire subito con una prestazione che li porti alla vittoria interna, al “Picco”: la tifoseria bianca sarà sempre lì al loro fianco.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.