Rinviata a data da destinarsi l'apertura del Pronto Soccorso pediatrico H. 24, dopo l'arresto del primario Stefano Parmigiani

LA SPEZIA – A quattro giorni dall’arresto del primario della Pediatria, Stefano Parmigiani, è stato deciso che il Pronto Soccorso pediatrico H. 24, per la realizzazione del quale l’Associazione Culturale ‘Francesco Conti’, presieduta dal giudice Diana Brusacà, fece un consistente intervento economico (Città della Spezia, 7/12/2011), non verrà aperto il 1° dicembre, come era stato annunciato, apertura rinviata a data da destinarsi.

Come si suol dire è stata presa la palla al balzo, perchè in realtà l’apertura del Pronto Soccorso pediatrico H. 24 in quella data era stata sconsigliata dai più saggi, visto che manca il personale e, come è noto, le nozze con i fichi secchi non si fanno.

Stefano Parmigiani, nominato giusto due settimane prima dell’arresto superprimario (?) direttamente dal direttore generale dell’Asl5 Gianfranco Conzi, è sospeso dall’attività in attesa degli sviluppi delle indagini. Domani sarà interrogato a Palazzo di Giustizia dal gip Diana Brusacà, un interrogatorio di garanzia che avverrà alla presenza del suo avvocato.

Insomma, quegli 8.000 bambini spezzini che annualmente accedono al Pronto Soccorso dovranno attendere ancora un pò per l’apertura di quello pediatrico. Portare pazienza come fanno i malati oncologici che vanno a morire nel reparto di Medicina Generale visto che l’Oncologia è chiusa e, nonostante i vari proclami, La Spezia rimane l’unica provincia ligure sprovvista di un Hospice (La Spezia vuole un Hospice, per una morte dignitosa, su Città della Spezia, 25/10/2014).

Da febbraio 2013 abbiamo, però, una shock room (vi si trattano i grandi traumatizzati) dotata di tutti i dispositivi rianimatori necessari ad accogliere ed a trattare contemporaneamente almeno due pazienti. Utilizzata, fortunatamente, rarissime volte. Nella shock room opera un trauma team (formato da medico di Pronto Soccorso, rianimatore, radiologo, chirurgo, infermieri dedicati). Ma a maggio 2015 se non verranno fatte assunzioni o rinnovate le deroghe, anche il reparto di Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso avrà 5 medici in meno, che si aggiungeranno al primario che da gennaio 2015 sarà in pensione.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.