Centro Allende, aperta al pubblico la mostra sul dissesto idrogeologico

LA SPEZIA– In questi giorni alluvioni e frane sono purtroppo frequenti notizie di cronaca. Sarà quindi di sicuro interesse per la cittadinanza poter accedere alla mostra, in corso al Centro Allende del comune della Spezia, dedicata per l’appunto alla gestione del territorio, alle cause del suo dissesto ed a come affrontare i rischi naturali per prevenirli e mitigarne le conseguenze. Già visitata da numerose scuole, la mostra dal titolo “Belli si diventa … Estetica ed etica del paesaggio: una nuova cura di bellezza per il territorio contro alluvioni e frane” sarà aperta al pubblico sabato 22 la mattina (ore 9,30-12.30). La mostra ruota intorno al concetto di paesaggio, nella sua dimensione estetica e culturale, e alle sue trasformazioni ad opera dell’uomo e degli eventi naturali. Pannelli ricchi di fotografie e schemi guidano alla scoperta delle cause e delle conseguenze del dissesto idrogeologico e di quanto si può fare in prima persona per prendersi cura del proprio territorio. Inoltre exhibit interattivi permettono di simulare alcuni eventi estremi e con i giochi ci si potrà mettere alla prova rispetto alle conoscenze acquisite. La mostra nasce dalla collaborazione fra l’associazione Geologia Senza Frontiere onlus (GSF), Agrisophia progetti e ARPAL, con il supporto di Regione Liguria e del Centro Nazionale delle Ricerche di Genova. Alla Spezia l’evento è curato dal LABTER dell’Assessorato all’Ambiente del Comune attraverso i propri operatori in educazione ambientale che coadiuvano nella visita alla mostra.

Per informazioni: LABTER del Comune della Spezia, tel. 0187 280211, email: labter@comune.sp.it .

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.