Chieste le dimissioni dell'assessore alla Sanità ligure Claudio Montaldo indagato per turbativa d'asta e abuso d'ufficio. Dimostrerà la stessa "sensibilità politica" di Marylin Fusco?

GENOVA – I consiglieri regionali di minoranza chiedono le dimissioni dell’assessore alla Sanità ligure Claudio Montaldo, indagato dalla Procura di Savona per turbativa d’asta e abuso d’ufficio.

Nella lista degli indagati anche i dirigenti della Asl di Savona Claudia Agosti (direttore sanitario), Angelo Antoniol (responsabile Affari Generali), Graziella Baldinotti Tizzoni (direttore amministrativo), Luca Garra (responsabile gestionale e direttore dei presidi ospedalieri di Albenga e Pietra Ligure), Franco Vairo (ex direttore sanitario da alcuni anni in pensione).

Nel 2012, a 48 ore dalla ricezione dell’avviso di garanzia per abuso d’ufficio e truffa, l’assessore Marylin Fusco diede le dimissioni e dichiarò: “Mi dimetto per rispetto dell’Istituzione, del mio partito e dei cittadini che hanno diritto ad avere amministratori non indagati“. E aggiunse: “Spero che il mio gesto sia da esempio ai politici che restano in carica non solo da indagati ma anche da rinviati a giudizio“. In quell’occasione il governatore Claudio Burlando dichiarò di “apprezzare la grande sensibilità politica“.

Chissà se anche l’assessore Claudio Montaldo dimostrerà la solita sensibilità politica di Marylin Fusco?

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.