Alluvione: continua occupazione del Comune di Carrara. Sindaco scappa scortato dalla polizia

CARRARA – Centinaia di persone hanno assediato il Comune di Carrara, circa 4000, tantissime persone con gli stivali sporchi di fango per chiedere a gran voce le dimissioni del sindaco e di tutta la giunta. Tensione alle stelle, agenti in tenuta antisommossa, fumogeni, striscioni, foto del sindaco bruciate e un cappio che sventola sotto il Comune, immagini forti quelle che abbiamo potuto vedere oggi. Le forze dell’ordine hanno mostrato i manganelli quando alcuni manifestanti hanno provato a forzare la porta d’ingresso del Comune, dove il sindaco Angelo Zubbani era barricato. E’ poi riuscito a scappare scortato dalla polizia. Nonostante tutto il primo cittadino ha fatto sapere che non si dimetterà, sostiene che la giunta non ha responsabilità su quanto accaduto. Il Zubbani, però, ha tranquillamente ignorato e non si è sincerato delle condizioni di quell’argine del Carrione, nonostante gli esposti dei cittadini che ne denunciavano il rischio crollo (Il Fatto Quotidiano, 7/11/2014).

Anche se per adesso non risulta nessun iscritto nel registro degli indagati, la Procura di Massa Carrara ha aperto un fascicolo per disastro colposo.

E continua l’occupazione del Comune di Carrara da parte dei manifestanti.

carrara2

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.