La storia spezzina raccontata da Alberto Scaramuccia

LA SPEZIAAlberto Scaramuccia, ex professore delle scuole medie, da diversi anni studia approfonditamente la storia della nostra città, documentandosi su vecchi giornali, cartacei e on-line, e ne scrive. Ieri, mercoledì 5, alla libreria LIBeRI TUTTI, ha presentato il suo ultimo libro “Spezia 1914“, ma non solo: Scaramuccia ha parlato anche dei precedenti, “Spezia 1907” e “Spezia 1909“, annunciando che sta scrivendo anche il prossimo capitolo, dedicato al 1915. Il libro “Spezia 1914” si occupa della Prima Guerra Mondiale, vista attraverso la stampa spezzina. Un’operazione che nessuno aveva ancora fatto; questo libro, afferma l’autore, “colma dei buchi neri“. Sono molti gli spezzini a non conoscere bene la storia della loro città e i libri di Scaramuccia possono insegnare molto, dagli avvenimenti importanti a quelli quasi irrilevanti, che, però, all’epoca fecero discutere. Ad esempio l’aumento delle tasse un secolo fa, aumento dell’80% praticamente da un giorno all’altro. Ma quale fu il motivo dell’aumento non lo possiamo proprio dire, sono direttive dell’autore. Come fare per saperlo? Leggere i libri di Scaramuccia, ovviamente.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.