Istituto Fossati-Da Passano: incontro sull'ictus cerebrale sabato 8

LA SPEZIA– Sabato 8 novembre p.v. dalle ore 11,00 alle 13,00 presso la biblioteca dell’Istituto scolastico Fossati Da Passano si svolgerà l’incontro “Ictus cerebrale : come riconoscerne i sintomi , come prevenirlo”. Alla presenza del professor Massimo Del Sette, primario neurologo e del dottor Gian Pietro Montanari, presidente di A.L.I.Ce La Spezia Onlus, del dirigente scolastico Paolo Manfredini e dell’insegnante di grafica Sara Simonini, i ragazzi delle classi IV^ e V^ dell’indirizzo Grafica & Comunicazione presentano il lavoro svolto nell’ambito della prima fase del progetto “I giovani educano i giovani”. con l’obbiettivo di rappresentare con espressioni grafiche e con video la sintomatologia ictale e le più efficaci forme di prevenzione per una più capillare diffusione, tra i giovani in particolare e la popolazione in generale, di queste fondamentali conoscenze per :
– ridurre i tempi che intercorrono tra la comparsa dei sintomi ed il trattamento del soggetto colpito da ictus ;
– aumentare la consapevolezza che questa patologia nel 80% dei casi può essere prevenuta con poche e semplici regole comportamentali

Il progetto – riferisce il dottor Montanariha come obiettivo fondamentale la ricerca di ricostruzione nei ragazzi di una percezione positiva della scuola, di sé e del senso di autoefficacia. Individuando come punto di forza degli alunni il naturale bisogno di protagonismo, di affermazione e di “essere leader”, si è costruito un impianto progettuale nel quale il ruolo determinante è assegnato ai giovani”.
Il progetto è fondato sulla convinzione che la scuola non può essere intesa solo come il luogo della trasmissione dei saperi disciplinari, ma deve sapersi proporre come una “comunità” nella quale ogni soggetto abbia l’opportunità di acquisire capacità relazionali e di agire attivamente il suo bisogno di inclusione; un luogo in cui sia possibile sperimentare come il rispetto delle regole, la condivisione e l’assunzione di responsabilità siano le uniche strade possibili per esercitare la propria libertà e per sviluppare capacità di vivere in relazione con gli altri.
L’incontro è aperto alla popolazione, che è invitata a partecipare numerosa.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.