PRC Lerici: contrari all'innalzamento dell'Albergo del Colombo

LERICI– Superfluo ribadire la nostra ferma contrarietà all’innalzamento dell’Albergo del Colombo; in un passato non troppo remoto, la questione era già stata ampiamente discussa sia politicamente con forti momenti di tensione anche nelle allora giunte dove avevamo come rappresentanti Veruschka Fedi e Mario Peoni sia con la popolazione di San Terenzo con infuocate Assemblee indette dall’allora Comitato di frazione. La questione fu risolta bocciando il progetto a più piani e portando le altezza ad un piano fuori terra. Capitolo chiuso. La discussione che si è aperta nel PD lericino, con le dichiarazione dell’Assessore Tartarini in cui chiedeva una presa di posizione politica sconfessando di fatto il Sindaco il quale se ne tirava fuori dicendo che si trattava di una questione tecnica e che sarebbe stata la Regione a decidere, mette in luce una volta di più quanto questo Sindaco sia oramai “commissariato” dalla sua stessa corrente renziana.

Le dichiarazioni della De Luca, attuale segretaria dell’Unione Comunale PD, rafforzano questo pensiero e si spinge oltre, strumentalizzando la presa di posizione di SeL, rea di aver nominato Raffaella Paita come la più determinata sostenitrice delle grandi infrastrutture che mettono in crisi il già precario territorio ligure. Concludiamo ricordando che la Legge Regionale n°10/2012 che potrebbe permettere all’Hotel San Terenzo di sopraelevarsi non fu votata da Rfiondazione Comunista e SeL….ci chiediamo quindi come si pone il tandem De Luca-Tartarini di fronte alla loro candidata Paita che tanto supporta il centralismo Regionale bypassando le competenze comunali a partire dal trasporto pubblico, acqua, rifiuti per arrivare appunto alla pianificazione territoriale.

(PRC Lerici)

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.