Consulta del Centro Storico di Sarzana: cani,inasprire le sanzioni per i padroni poco educati

SARZANA– Questa mattina nell’atrio di Palazzo Roderio, sede del Comune di Sarzana, il Consiglio della Consulta del Centro Storico ha donato all’Amministrazione Comunale, nelle mani dell’Assessore ai Lavori Pubblici e Ambiente Massimo Baudone, cinque distributori di sacchetti per la raccolta delle deiezioni dei cani. Con questo piccolo gesto abbiamo voluto dare un segnale preciso del nostro impegno nel decoro urbano della città. Più volte i residenti del Centro Storico ci avevano segnalato il problema relativo ai padroni “poco educati” che speriamo il nostro intervento mitigherà. Oltre ai distributori di sacchetti abbiamo fornito anche una dotazione di 2000 sacchetti completamente biodegradabili, perché è giusto non perdere mai di vista le fondamentali regole ambientali. I distributori di sacchetti verranno posizionati nell’area Capolicchio, in Piazza Cittadella, nel parco a Porta Romana, in piazza Vittorio Veneto e nel parco antistante la stazione ferroviaria, Piazza Jurgens.
Abbiamo anche formalizzato all’Amministrazione Comunale la richiesta di inasprire la sanzione prevista per la mancata raccolta delle deiezioni dei cani, le vecchie 50 mila lire, ora poco più di una ventina di euro è anacronistica e deve essere rivista. Città come Roma o Vicenza oppure la stessa Genova prevedono sanzioni che oscillano dai 200 ai 250 euro per non parlare delle grandi metropoli europee, a Londra i padroni cani disattenti devono pagare 500 sterline, oltre 600 euro.Che il problema cani sia di attualità è confermato da una statistica resa nota in questi questi giorni, il 58% delle famiglie italiane possiede un un cane, numeri da capogiro che proiettano tra i 200 e i 300 i cani “residenti” nel solo Centro Storico cittadino.

Il Presidente della Consulta del Centro Storico Massimiliano Giampedroni

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.