Astrobau & Astromiao, un libro di Federica Farini per Paco Editore

Come possiamo rendere felici i nostri animali, educarli e insegnare loro la più adeguata attività o disciplina ludico-sportiva? Lo scopriamo in questo manuale, che racconta lo zodiaco dei dodici segni, in formato “umanimale”. Alla fine scopriremo che l’astrologia può davvero aiutarci a comprendere meglio il temperamento, i gusti e la personalità sia dei bipedi che dei quattrozampe.
In libreria da settembre, in anteprima esclusiva da giugno su www.amicidipaco.it.

Federica Farini, nota e apprezzata astrologa e conduttrice radiofonica formato “pet”, con questo suo nuovo libro ci dimostra che l’astrologia psicologica “umanimale” ci aiuta a conoscere meglio noi stessi e i nostri amici quattrozampe. E per farlo ci accompagna in un viaggio appassionante alla scoperta dei dodici segni dello zodiaco, nelle due versioni: umana e animale.
Astrobau & Astromiao è un pratico manuale che racconta lo zodiaco dei dodici segni, percorrendo i quattro elementi zodiacali e naturali – Fuoco, Terra, Aria e Acqua – che tratteggiano il tipo di carattere, il temperamento, i gusti, i giochi, i luoghi idonei e gli oggetti del cuore tipici di ognuno dei dodici segni dello zodiaco formato “pet”. Con la verve che i suoi numerosi fan ben conoscono, per ogni segno zodiacale l’autrice ci conduce alla scoperta delle affinità dell’animale con i segni dei “genitori” umani, aggiungendo il profilo del “bipede” e dei personaggi “pet-friendly” famosi della storia, del cinema, dello spettacolo appartenenti ai vari segni.
Nella sezione “astri & real life”, troviamo gli oroscopi di coppia di alcuni personaggi noti e del loro animale del cuore: Giuliano Palma, Giulia Salvi di Virgin Radio, Donatella Rettore, Enzo Iacchetti, per finire con Diana Lanciotti, fondatrice del Fondo Amici di Paco.
Una lettura divertente, istruttiva, originale, per scoprire le caratteristiche zodiacali dei nostri amici a 4 zampe e scoprire le nostre affinità con loro. Va ricordato che Paco Editore nasce come casa editrice del Fondo Amici di Paco (associazione nazionale per la tutela degli animali ONLUS nata nel 1997) per finanziarne le iniziative a favore degli animali. Perciò anche il ricavato di Astrobau & Astromiao è devoluto al Fondo Amici di Paco, per aiutare i cani e i gatti senza famiglia.

L’autrice.
Federica Farini è pubblicista, scrittrice, astrologa, autrice, relatrice, event-coordinator e speaker radiofonica molto amata, soprattutto dai giovani.
Collabora con siti web, riviste, case editrici ed eventi collegati al mondo della cultura, dell’astrologia, della comunicazione e del pet.
Astrobau e Astromiao nasce come approfondimento della rubrica giornaliera di astrologia applicata all’universo animale “Astrobau”, per la quale Federica Farini è autrice e speaker presso Radio Bau & Co. www.radiobau.it, la web radio del Gruppo Finelco (Radio Monte Carlo, Radio105 e Virgin Radio) interamente dedicata agli animali, per l’informazione e l’intrattenimento a favore della sensibilizzazione verso l’ambiente e la protezione delle specie viventi.

Intervista. 

Federica, qual è il tuo rapporto con gli animali?
Sono nata a Milano, ma non sono cresciuta solo in questa realtà cittadina. La mia vita è stata ed è una costellazione di luoghi “campestri” che mi hanno sempre avvicinata al mondo animale. La mia famiglia materna proviene da una cascina del pavese: cani, gatti, cavalli, conigli e numerosi altri animali domestici sono stati lo zucchero e l’essenza della mia infanzia e giovinezza. Ricordo ancora quando nell’inverno nebbioso, tipico della Pianura Padana, insieme ad amici, fratelli e cugine uscivo alla scoperta delle risaie allagate, portando con noi i cani che spesso si gettavano in acqua per nuotare felici. Per riempire i pomeriggi di città io e le amichette del palazzo ci occupavamo di curare i mici randagi nel giardino condominiale. Anche i cavalli sono da sempre nel mio cuore: fino all’adolescenza ho praticato corsi di equitazione. Qualche caduta, ma la paura non mi ha mai sopraffatta: credo che un animale non possa mai fare del male, solo regalare armonia, rafforzando fiducia, equilibrio ed empatia nei confronti di se stessi, degli altri esseri umani e di tutte le specie viventi in genere. Siamo tutti parte, in fondo, di un unico “tutto”: l’universo della natura.

Il tuo animale preferito?
Ogni animale ha qualcosa di speciale. Adoro cani e gatti: da piccola ricordo ancora di aver ricopiato su fogli e fogli le descrizioni di numerose razze canine e feline, scopiazzando i libri di testo di un amico di famiglia, studente di Medicina Veterinaria. Mi diverto a scoprire specie di animali strani e particolari…per esempio l’Axolotl (una salamandra neotenica che vive in Messico, n.d.r.).

Nella tua vita ci sono cani, gatti o… altro?
Attualmente non ho animali domestici, vengo da anni di cambi profondi della mia esistenza. Per questo motivo sono ancora più attaccata agli animali di amici e parenti, di cui mi definisco “zia”. Ora che la situazione verte verso una definitiva stabilizzazione, la mia famiglia “trema” perché sa come andrà a finire: un nuovo amico peloso tornerà presto a farci compagnia! L’ultimo animale domestico che ho avuto è stata la gatta Shakira: selvatica e affascinante come la terra che me l’ha regalata, l’isola di Ibiza, dove ho vissuto e lavorato per anni. Il “cult a quattro zampe” che spesso compare nei racconti e tra i discorsi con amici è parenti è tuttavia sempre lui: il coniglio nano Ginger, che ha accompagnato la mia giovinezza per nove anni. Era un personaggio: dispettoso e determinato. Gli avevamo destinato l’intero uso del terrazzo, dove zampettava libero: era molto possessivo e buffo. Soffriva spesso di coliche, ma ogni volta tornava vittorioso, con le sue orecchie di nuovo in punta come antenne, da visite e ricoveri dal veterinario (solo il nostro specialista in roditori era in grado di “resuscitarlo”, e lo ringrazio ancora oggi): si stupiva piacevolmente ogni volta che Ginger ce l’avesse fatta ancora a sopravvivere anche di fronte a complicate situazioni (i conigli sono animali molto delicati). Ginger è stato un’istituzione: dal suo recinto nella nostra casa sul Lago di Garda, alla cuccia che usava solo per montarvi sopra, sul tetto, a mo’ di “vedetta”, all’amore “folle” che nutriva per mia mamma, sempre dolce e comprensiva verso le sue marachelle.

Nella scelta di un animale con cui condividere la vita, scegli in base all’affinità zodiacale, ai gusti personali o al cuore?
Il cuore è ciò che deve sempre guidarci nella vita: sono convinta che l’istinto sia la componente più vera per portarci a realizzare il nostro “destino”. Le stelle sono un’ottima bussola per scoprire affinità e rendere ancora più felice il nostro animale domestico: come uno scienziato che si appresta a realizzare prove empiriche per la veridicità del suo teorema, così io stessa mi pongo a verificare e studiare se la “veste” dell’oroscopo si può applicare attraverso il carattere dell’animale. Sempre con lo spirito del pioniere che cerca di scoprire con entusiasmo, curiosità e allegria. Per quanto concerne gli animali domestici, lascio sempre che siano loro a scegliermi: loro “sentono” come esseri medianici, aspetto che mi ha sempre rapita e affascinata.

Come nasce l’idea di questo libro?
Per me che sono da sempre molto “studiosa”, il passo è stato naturale: dalla rubrica “Astrobau” che mi porta ogni giorno su Radio Bau & Co. a scegliere argomenti, scrivere e registrare contenuti, sono passata a raccogliere il mio materiale per regalargli una veste ufficiale. Tutto il resto è venuto da sé, in modo naturale: quando un progetto è scritto nella propria strada, ogni pezzo combacia come in un puzzle.

Come mai hai scelto Paco Editore?
Vi racconto un aneddoto. Quando sono venuta in contatto con il Fondo Amici di Paco e ho scoperto che la sede si trovava a Padenghe, mia seconda casa da sempre, l’ho accolto come un segno: era quella la via da seguire. Non ho avuto dubbi quando ho appreso delle attività dell’associazione a favore di canili e gattili, anche grazie ai proventi delle pubblicazioni dei loro libri: poter fare del bene attraverso ciò che amo di più è per me una bellissima esperienza e avventura al tempo stesso.

Che cosa ti aspetti da questo libro?
Che possa diventare uno strumento per aiutare le persone, per stimolare l’apertura mentale ma soprattutto per generare sensibilità verso gli animali e contribuire a salvare quelli che soffrono e sono in difficoltà. Il mio oroscopo natale è molto eloquente in merito: sono nata sotto il segno del Leone, con molti pianeti in Gemelli che mi rendono una persona allegra, solare, portata per le relazioni e la comunicazione. Le mie case nove e undici parlano chiaro: sono un’inguaribile idealista, tenace, mai sconfitta, che crede nei progetti collettivi e che il bene abbia sempre la meglio, anche a favore di natura ed esseri viventi. L’asso nella manica in tema di “occulto”, intesa come passione e inclinazione per l’apprendimento dell’astrologia? La mia potente Luna in Scorpione: forse è anche merito suo se questo libro è stato scritto.

Che futuro vedi e che futuro auspichi per gli animali nei prossimi anni?
Le stelle si esprimono chiaramente e non solo i pianeti, bensì anche politica, economia e storia: il nostro mondo sta cambiando, a favore (finalmente) di un ritorno a valori più spirituali e meno consumistici (Era dell’Acquario): per sopravvivere ed evolvere l’umanità ha bisogno di un nuovo equilibrio, abbandonando ciò che è ormai vetusto e superficiale, a favore di un contatto più vero con la nostra Madre Terra. Gli animali sono il legame che ci riporta all’equilibrio perduto e sono convinta che la coscienza collettiva e i governi faranno molto per migliorare il loro e il nostro futuro. Sono una testarda ottimista, primo passo verso la riuscita: se non si crede che il mondo possa cambiare, di certo il mondo non cambierà mai.

Paola Cerini (Amici di Paco 57)

Per informazioni e acquisti: Fondo Amici di Paco tel. 030 9900732, fax 030 5109170 paco@amicidipaco.it – www.amicidipaco.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.