Successo al Festival VIE di Modena per Jeton Neziraj, il drammaturgo kosovaro pubblicato in traduzione da Cut up edizioni

Cut up edizioni aveva visto bene: il volume con la prima opera teatrale del Kosovo (La distruzione della Torre Eiffel) scritta dal giovane ma già affermato drammaturgo Jeton Neziraj in traduzione per la prima volta in Italia (a cura di Anna Monteverdi, traduzione di Giancarla Carboni e Monica Genesin) ha anticipato di pochissimo il successo dello spettacolo in programmazione al Festival VIE di Modena. Pietro Valenti, presidente dell’Emilia Romagna Teatri ha personalmente voluto lo spettacolo di Neziraj che in questi giorni raccoglie, dopo il successo del pubblico, anche quello della critica: sul Manifesto l’autorevole critico teatrale Gianfranco Capitta parla dello spettacolo di Neziraj come della vera “novità del Festival” ed elogia sia il contenuto politico della piéce che gli interpreti e conclude augurandosi che siano presentati presto altri lavori di Neziraj “che abbiano come questo forza e ragione da vendere”. Un paio di giorni fa un altro autorevole critico Fabio Francioni aveva elogiato il coraggio, la forza e l’ironia dei testi di Neziraj ricordando il lavoro di diffusione di tali testi fatto da Anna Maria Monteverdi .JETON_NEZIRAj_COP (1)

“Abbiamo portato in Italia un teatro “necessario” -dice la Monteverdi- ovvero un teatro politico che parla della difficile “indipendenza” del Kosovo, delle complicate relazioni e convivenze non solo con la Serbia ma anche con i Paesi europei, Nato e Onu, il tutto con un’ironia dissacrante che rende Neziraj una delle figure più autorevoli dei Balcani, pur giovanissimo;  e in tempi in cui non esistono più case editrici teatrali meno che mai case editrici che pubblichino testi teatrali stranieri, ci siamo accollati con la casa editrice Cut up, la responsabilità di un rischio. Ma evidentemente il coraggio premia. Il successo dello spettacolo visto a Modena ci dimostra che abbiamo avuto ragione”.

Il testo è disponibile presso la casa editrice CUT UP (www.cut-up.it). Jeton Neziraj è stato ospite alla Spezia a settembre per una settimana dove il Comune ha consegnato un CREST di riconoscimento alla sua attività e dove si sono poste le basi per un nuovo lavoro teatrale “Diffraction. IN paradise artist can fly” ideato e diretto dal musicista Gabriele Marangoni, che debutterà il 14 novembre al Teatro Nazionale di Pristina e poi il 19 novembre al Teatro Sant’Andrea di Pisa sotto gli auspici della Fondazione Toscana Spettacolo”.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.