La Soprintendenza nega il rinnovo dell'autorizzazione al "Villaggio del Porto": soddisfatti i Comitati

LA SPEZIA– I Comitati Piazza Verdi e del Levante esprimono soddisfazione per la decisione della Soprintendenza ai beni culturali e paesaggistici della Liguria di non rinnovare l’autorizzazione alla locale A.P. per la permanenza del capanno bianco denominato “Villaggio del Porto” che ormai da troppo tempo insisteva sulla nostra già troppo deturpata Passeggiata Morin. Una volta tanto hanno vinto il buon senso e la logica, oltre che la legge. ( l’art. 3 c1 lett. e.5 DPR380 2001 e sentenza cassazione Palermo sez.III n.32551,29 seiiembre 2006 sulle opere temporanee). Quella struttura non poteva essere considerata “momentanea e precaria“.
Soprattutto, se la Soprintendenza ne avesse concesso la proroga, come richiesto dalla A.P. (appoggiati dall’Amministrazione spezzina, che evidentemente, gli interessi della città non riesce mai a farli!!!).
Forcieri & C. comunque, non si amareggino troppo. Gli spazi, per manifestazioni, mostre, convegni e altro alla Spezia non mancano. Gli spezzini li hanno già pagati e esistono.
Ne elenco brevemente solo alcuni :
– Centro Allende,
– Galleria del Porto Mirabello (visto che si continua a dire che la struttura deve sempre più inglobarsi e incidere nella vita cittadina) ,
– Il vecchio e dimenticato “Palco della Musica” che durante la stagione estiva dovrebbe tornare a essere uno dei principali punti di ritrovo e aggregazione della nostra città,
– Urban center (sotto il teatro Civico).

Noti, Signor Forcieri, che non le sto elencando luoghi posti in periferia cioè lontani dal mare e dunque dalla “Festa della Marineria”, ma strutture tutte adiacenti o comunque vicinissime al molo, e quindi facilmente raggiungibili. Considerato ciò, credo che il vero spreco del denaro pubblico sia stato l’aver creato a suo tempo, il Villaggio del Porto, e non come ella afferma, il doversi ora inventare qualcosa per sopperirvi.
In tempi di “vacche magre“, come tutti continuano a ripeterci da Renzi all’Europa, anche Lei e l’ente che ella rappresenta fareste bene ad adeguarvi!
Un’ultima cosa : Non ci pare proprio che la maggioranza degli spezzini siano rimasti sconvolti dalla notizia della rimozione della struttura. Semmai, lo sono dalle tante altre brutture che girando per il molo è possibile avvistare. Dalla cattiva, anzi assolutamente mancante, manutenzione del monumento dedicato alla nave Alpino, alla presenza eterna di una chiatta destinata alla ristorazione inutilizzata da tempo, sino a giungere ai due terribili casotti bianchi che dovevano essere destinati ai vaporetti per Palmaria e Portovenere. Forse Signor Forcieri, farebbe bene a cambiare frequentazioni vivendo un po’ di più a contatto con gli spezzini, invece che esclusivamente con i politici.

Massimo Baldino – Comitato Piazza Verdi e Rita Casagrande – Coordinamento Quartieri del Levante

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.