Piazza Verdi: parziale bocciatura del percorso per non vedenti

LA SPEZIA– La nuova Piazza Verdi prevede un percorso per non vedenti, formato da mattonelle in rilievo che dovrebbero funzionare come guida al tocco del bastone e/o delle suole delle scarpe. Assieme ai consiglieri del MoVimento 5 Stelle, abbiamo fatto fare la prova a un non vedente, membro dell’Unione Ciechi, che per la prima volta ha “testato” questo percorso. L’impressione che ne ha ricavato non è stata del tutto positiva: “E’ un percorso incompleto” ha dichiarato. Ci sono lunghi tratti vuoti tra una segnalazione e l’altra, il non vedente dovrebbe contare i passi tra le vari serie di mattonelle. Inoltre il camminamento è troppo lontano dal muro, che dovrebbe servire come punto di riferimento, come margine. La distanza ideale dovrebbe essere sui 40-50 cm. Espositori dei negozi e tavolini esterni dei bar possono intralciare il passeggio del non vedente, che potrebbe avere difficoltà ad attraversare da solo la Piazza. I rilievi delle mattonelle non sono facilmente percepibili, soprattutto se la persona non è dotata di bastone con speciale rotella in fondo: sotto le suole delle scarpe, soprattutto se pesanti, non si sente quasi nulla. Il non vedente, inoltre, dovrebbe poter usare il bastone con movimenti oscillatori davanti a sé, per rilevare eventuali ostacoli in rilievo.

Buone le deviazioni nei pressi della fermata dell’autobus. Il percorso, insomma, può essere migliorato: presto il M5S porterà la questione anche in Consiglio Comunale e in Commissione, così da sollecitare l’Amministrazione a intervenire, ove possibile, sul lato mare e, soprattutto a tener conto delle precisazioni,magari contattando l’Unione Ciechi, per quanto riguarda i lavori sul lato monte.

[vsw id=”CrDUjWYiNZc?” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.