A Sarzana "La città delle idee"

SARZANA– Un progetto innovativo per cittadini protagonisti. E’ questo il concetto base de “La città delle idee”, la due giorni in programma il 28 e il 29 novembre dedicata allo sviluppo urbanistico del territorio che chiama a raccolta relatori, professionisti e cittadini. Cinque saranno i tavoli di confronto, tanti quante le lettere del termine SMART, che verranno allestiti in altrettanti spazi della città per parlare e discutere di tutto ciò che attiene all’idea di città intelligente. Il Comitato promotore dell’iniziativa è composto dal sindaco Alessio Cavarra, dai presidenti delle commissioni competenti in materia (commissione territorio e affari istituzionali) Daniele Castagna e Sara Frassini e dagli architetti Stefano Milano e Clara Arezzo. La città delle idee– spiega il sindaco Alessio Cavarraè la messa in atto pratica e tangibile di impegni assunti nel programma di governo e, al tempo stesso, è un’ulteriore concretizzazione del concetto di coinvolgimento e partecipazione del cittadino alle scelte che riguardano il futuro della città in cui vive”. Come detto, cinque saranno le location dove si troveranno i tavoli a cui i sarzanesi sono chiamati ad iscriversi, entro il 17 novembre, scaricando un apposito modulo che verrà inserito sul web-site del Comune all’interno di una sezione dedicata che sarà attiva nei prossimi giorni. Vediamo il dettaglio dei lavori che per ciascun tavolo verranno introdotti da relatori provenienti da varie università italiani e professionisti.

Il tavolo S- Sostenibilità degli stili di vita si occuperà di sviluppo sostenibile, quello che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere quelli delle generazioni future di soddisfare le proprie necessità. Qui si parlerà di consumo del suolo; completamento e razionalizzazione delle aree già insediate e urbanizzate;compatibilità ambientale dei nuovi interventi; efficientamento energetico ed utilizzo delle energie rinnovabili;ruolo delle aree agricole residue e delle aree verdi “di frangia”;innovazione nei sistemi di approvvigionamento e smaltimento; innovazione nel sistema delle reti tecnologiche , inquinamento acustico e atmosferico;ambientazione di infrastrutture nuove ed esistenti. Relatori: Roberto Mascarucci, Urbanistica e competizione tra città, Giorgio Pizziolo Stili e Ambienti di vita: il Paesaggio come interazione degli ecoservizi e della sostenibilità, Valerio Zingarelli, Innovazione, sviluppo e opportunità per la città; moderatore Alessandro Boldo (Università di Ferrara).

Il tavolo M – Mobilità delle persone e delle idee si occuperà del tema della mobilità che si pone si pone all’interno di una riflessione sulle prospettive degli insediamenti urbani e sui flussi attuali e di previsione, ponendo attenzione all’analisi delle tendenze di pianificazione integrata della mobilità e ai nuovi processi di trasformazione del territorio. Qui si parlerà di mobilità sostenibile e sicurezza stradale, intermodalità del trasporto pubblico, usi condivisi di trasporto (pooling e sharing), mobilità ciclabile e pedonale, parcheggi, nodi e scambi, condivisione degli spazi pubblici per un recupero della loro funzione sociale, comunicazione e partecipazione. Relatori :Massimo Gennari, Lo spazio pubblico come strumento di integrazione e sviluppo della mobilità sostenibile , Elena Farnè, Movimenti under 30. La città mobile senz’auto dei giovani. Il caso del Piano Strategico Rimini Venture del Comune di Rimini, Massimo Losa, La mobilità sostenibile nei centri storici: di necessità virtù; moderatore Elena Farnè (Architetto)

Il tavolo A – Accoglienza affronterà tutti gli interventi necessari a creare la condizione di benessere in un luogo. Qui si parlerà di informazione turistica, barriere architettoniche, città a misura dei bambini e degli anziani, città amica degli animali, social housing, servizi nelle periferie, commercio. Relatori Federico Gurrieri , la difficoltà di accesso e le possibili soluzioni per le strutture storiche , Lucia Lancerin, Ri-muoversi in centro!. Moderatore, Lucia Lancerin (Laboratorio Città, partecipazione e ambiente)

Il tavolo R– Recupero, tratterà degli aspetti legati ad una città che vive e cresce con i suoi abitanti e che necessita di rinnovarsi e trasformarsi in cui il tema del recupero diventa di straordinaria importanza e centrale all’interno di una più ampia visione di riqualificazione della città. Qui si parlerà di salvaguardia del patrimonio esistente, recupero e riuso dei contenitori storici, integrazione e completamento dei tessuti esistenti,riuso strutture urbane degradate per social housing. Relatori:Francesco Gurrieri, Il difficile destino del restauro urbano. Recupero, riabilitazione, rigenerazione: neologismi intorno allo stesso problem, Olivia Longo, Architetture invisibili alla riscoperta di nuove microeconomie del futuro, Marco Massa, Rigenerazione e resilienza urbana nella città paesaggio. Moderatore Isotta Cortesi (Università di Catania)

Il tavolo T- Territorio e città, si occuperà di Sarzana, baricentro naturale e di una complessa area interregionale: la cosiddetta “Lunigiana storica” in cui la nostra città può assumere il ruolo di perno di questo delicato settore di snodo tra Liguria, Toscana ed Emilia, armonizzando l’opera di pianificazione e di programmazione della città con il vasto territorio che la circonda. Qui si parlerà di:razionalizzazione e adeguamento del sistema delle infrastrutture che insistono sul territorio, sfruttamento e gestione sostenibile delle risorse ambientali e culturali dell’area vasta, sviluppo locale attraverso le reti di collegamento delle risorse comuni, intensificazione e miglioramento delle relazioni Lunigiana Toscana – Val di Magra Ligure – area Spezzina – sub Appennino emiliano – Garfagnana, ruolo di trait d’union per il riequilibrio costa – entroterra. Relatori Alessandro Boldo, Avviare l’innovazione dei Territori, Isotta Cortesi, Costruire il paesaggio di una diversa città, Claudia Casini, Partecipazione e governo del territorio. Moderatore Claudia Casini (Università di Pisa)

www.comunesarzana.gov.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.