Canottaggio Speciale: Spezzina-Velocior. Medaglie sulle Acque del PO

LA SPEZIA– Si è conclusa con il trionfo della società lombarda di Gavirate la nona edizione di Rowing for Rio svoltasi il 18 e 19 ottobre scorso. Condizioni meteorologiche ottimali, circa 200 atleti in gara nel weekend e tanto entusiasmo sulle rive del Po per la manifestazione di para-rowing e Special Olympics organizzata dalla Canottieri Armida che ha portato a Torino 20 Società provenienti da tutta Italia. Ancora una volta presente la Spezzina-Velocior che conferma il buon lavoro svolto alla ripresa degli allenamenti presso la Società Canottieri Velocior preparati da Gianluca De Feo e Francesco Bernul.
Nelle gare del sabato mattina tutte dedicate al Canottaggio Special erano in programma i preliminari e le finali del quattro di punta jole sulla distanza dei 250 metri, la Spezzina-Velocior scendeva in acqua con due equipaggi che grazie ai tempi ottenuti gareggiavano nella stessa finale conquistando rispettivamente il primo posto con Gloria Cattani, Andrea Ciancio, Nicola Marchini, Massimo Bregolin timonati da Elisabetta Podestà ed il secondo gradino del podio con Francesco Nieri, Pino Cocco, Carolina Mheigander, Jassica Pini ed al timone Catia Carotti.
A seguire le gare con il doppio Cànoe dove scendevano in acqua per la Spezzina-Velocior Nicola Marchini e Pino Cocco, nella finale dopo una gara combattuta con Canottieri Armida e Canottieri Tevereremo si aggiudicavano la medaglia d’Argento. Domenica mattina dedicata alle Società para rowing e per gli Atleti Speciali gare Indoor-rowing. Anche in questa disciplina si distingueva il sodalizio spezzino, miglior tempo assoluto e medaglia d’oro per Andrea Ciancio, oro di categoria per Gloria Cattani e medaglia di bronzo per Jassica Pini, piazzamenti per Nicola Marchini, Aurora Maggiani e Francesco Nieri.

A premiare gli atleti sono stati l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris, il presidente regionale della FIC Stefano Mossino e il presidente dell’Armida Gian Luigi Favero. «Sono onorato di aver presenziato ad un evento così importante -ha dichiarato l’assessore regionale Giovanni Maria Ferrariscome Regione cercheremo di dare un appoggio al movimento del para-rowing e lavoreremo sul lago di Candia Canavese perché possa diventare una sede perfetta per gare internazionali di canottaggio. Ringrazio la Società Canottieri Armida che con questo evento ci aiuta a far diventare Torino candidata come Capitale europea dello Sport per il 2016». Presente il Tecnico Dario Naccari, responsabile nazionale del settore para-rowing: «Questa manifestazione è la chiusura perfetta dell’anno 2014, sia dal punto di vista promozionale sia da quello agonistico. Promozionale perché la Federazione Italiana Canottaggio, con in primis il suo presidente Giuseppe Abbagnale, ha voluto diffondere il para-rowing in tutte le regioni italiane favorendo una crescita numerica e di livello del nostro movimento. La presenza di 200 atleti partecipanti a Rowing for Rio è sicuramente un segnale molto forte. La Canottieri Armida con questo grosso evento ripetuto nel tempo contribuisce a portare una bandiera importante nella collettività della città di Torino e grazie al presidente Favero ed a tutti i collaboratori della Canottieri Armida .Il 2015 sarà sicuramente un anno molto importante perché sarà quello delle qualificazioni, ma questo non vuol dire che non seguiremo anche tutti i ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale”.

Il Tecnico Nazionale Special Olympics Canottaggio Paolo Ramoni, ha evidenziato l’importanza di essere presenti con gli Atleti Speciali ad una iniziativa così importante dando un valore aggiunto all’evento con l’auspicio che ogni anno aumentino sempre più i Teams partecipanti nel segno dell’inclusione ed integrazione sportiva. “Questo è il terzo anno che partecipiamo” – commenta Pino Cocco responsabile del Team Spezzino – “il risultato più grande è la maggiore partecipazione di nostri atleti a questa grande kermesse di canottaggio para-olimpica e Special, che vede confrontarsi nella stessa manifestazione Atleti con disabilità fisica ed intellettiva, campioni di sport che hanno partecipato con la Nazionale Canottaggio ad europei e mondiali e campioni di vita. Un ringraziamento alla Società Canottieri Armida per la sua calorosa ospitalità e come sempre il nostro ringraziamento più grande va a chi ci permette di sostenere questo Progetto, ANFFAS La Spezia, Polisportiva Spezzina, Canottieri Velocior, CARISPEZIA Credite Agricole ed LSCT, l’ Associazione Orsa Minore e tutti i volontari che ci aiutano quotidianamente durante i nostri allenamenti“.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.