Varo del "Venuti" sfortunato: Renzi non arriva e la bottiglia non si rompe

LA SPEZIA– Quando tutti aspettano Matteo Renzi… e Renzi non arriva. Città blindata, forze dell’ordine ovunque, gran passaggio di auto blu davanti all’entrata di Fincantieri, al Muggiano, dove il Presidente del Consiglio era atteso per il varo del sommergibile “Venuti“. Ma già dalla prima mattina si era sparsa la voce che Renzi, qui, non si sarebbe visto. Un gruppo di cittadini, assieme a militanti di Rifondazione e attivisti del MoVimento 5 Stelle, era pronto a dare il “benvenuto” al Primo Ministro. Invece nulla: Renzi non si è visto. Tra gli aspetti che hanno fatto maggiormente indignare i contestatori, il fatto che Fincantieri abbia lasciato a casa gli operai, in ferie forzate, per far posto a 200 invitati “vip” e la spesa sostenuta per l’accoglienza a Renzi e ai suoi ministri: 350 mila euro, si mormora. “Solo per il rinfresco?” ironizza qualcuno “E quanto mangiano?“. E’ arrivata però Roberta Pinotti, Ministro della Difesa. Atteso, anche lui invano (un po’ come Godot) lo spezzino Andrea Orlando.

L’assenza di Renzi può essere vista come uno scarso appoggio del Primo Ministro alla giunta spezzina, fortemente renziana? Oppure aveva realmente altri impegni altrove? Il varo ha poi riservato un’altra sorpresa: la bottiglia non si è rotta all’impatto con il sommergibile. E questo non è considerato un buon segno.

[vsw id=”g1PHdAgKANg” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

[vsw id=”DBLG7IkhsF0″ source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.