Disabili gravissimi: ecco come accedere agli interventi di sostegno

LA SPEZIA– Il Distretto Sociosanitario n° 18 spezzino, rispetto a quanto stabilito dalla Regione Liguria con la DGR 941 del 25.7.2014“Non autosufficienza- interventi socio assistenziali per il sostegno a domicilio di persone con disabilità grave e gravissima nell’ottica della dote di cura” predispone la procedura per la presentazione della domanda al fine di accedere agli interventi sociali per il sostegno a casa di persone in condizioni di disabilità gravissima.
Questo intervento si colloca nell’ottica più generale di “dote di cura “.

Destinatari
Persone in condizioni di dipendenza vitale che necessitino a domicilio di assistenza continuativa di carattere socio sanitario nelle 24 ore, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psicofisiche, con la compromissione delle funzioni respiratorie / nutrizionali /dello stato di coscienza/privi di autonomia motoria e /o comunque bisognosi di assistenza vigile da parte di terza persona per garantirne l’integrità psicofisica; tra i potenziali beneficiari si includono anche coloro affetti da patologi implicanti “gravissimi disturbi del comportamento tali da richiedere assistenza vigile / controllo continuativo h 24 per l’elevato rischio di vita” di cui alla DGR 1769 / 2013.

Requisiti
• Essere residente in Regione Liguria
• Essere in possesso di indennità accompagnamento
• Non essere ricoverati in strutture residenziali permanente, con esclusione di ricoveri di sollievo non superiori a 45 gg
• Non percepire altre misure di sostegno al mantenimento a domicilio ( es. Fondo regionale autosufficienza, Vita indipendente, altre eventuali analoghe misure)
• Essere quotidianamente assistito da familiare / badante

Modalità di erogazione delle prestazioni
Saranno erogati interventi di sostegno sotto forma di prestazioni assistenziali o di trasferimenti monetari sulla base di quanto verrà stabilito nel Piano Individuale di assistenza redatto dai servizi socio sanitari competenti e condiviso e sottoscritto dall’utente /famiglia.
Il riconoscimento degli interventi non è vincolato ad alcuna soglia ISEE; in caso di domande eccedenti la disponibilità di fondi l’ISEE costituirà criterio di priorità di graduatoria.
Si precisa che, come da nota regionale prot. 169079 del 4.9.14, inviata p.c. anche alle Associazioni disabili, l’erogazione dell’ intervento è subordinata ad una successivo confronto tra i territori a livello regionale .

Presentazione delle domande
Le domande dovranno essere presentate presso gli Sportelli di Cittadinanza dei Comuni di residenza del Distretto n 18: La Spezia , Lerici , Porto Venere
Alla domanda dovranno essere allegati
• Copia del verbale di riconoscimento dell’indennità di accompagnamento
• Certificazione ISEE
• Fotocopia documento identità non scaduto di chi sottoscrive la domanda

Sportelli di Cittadinanza
Sportello di Cittadinanza della Spezia, sito in Via Fiume n. 207, aperto da lunedì a venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00, il martedì apertura prolungata con orario dalle ore 8.30 alle ore 18.00.
Sportello di Cittadinanza di Porto Venere, sito in Via Garibaldi n. 9, aperto al pubblico il martedì e il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, il sabato su appuntamento telefonando al numero 0187 794844.
Sportello di Cittadinanza di Lerici, sito in Via Gerini n 18, aperto al pubblico il martedì, il giovedì e il sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00

image001

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.