Bilancio Partecipato: Al via la sperimentazione nel Comune della Spezia

LA SPEZIA– Il Comune ha deliberato di avviare la sperimentazione di modalità partecipative nell’elaborazione del prossimo Bilancio di previsione del Comune della Spezia. A presentarlo, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Civico, l’assessore alle politiche di bilancio e alla partecipazione e decentramento Alessandro Pollio, la dirigente dei servizi finanziari Barbara Rodighiero, il dirigente e il funzionario del settore partecipazione e decentramento, Mario Piazzini e David Virgilio. Il Bilancio Partecipato è un processo che ha come obiettivo il coinvolgimento dei cittadini, secondo procedure e modalità definite, al fine di assumere decisioni riguardanti la distribuzione degli investimenti pubblici.
Il Comune della Spezia, dal 2008 ad oggi, ha annualmente pubblicato e diffuso il documento di Bilancio Sociale con la finalità di informare e rendere conto alla cittadinanza delle scelte, dei risultati e dell’impegno delle risorse pubbliche. Ed è in questo percorso di trasparenza che si inserisce il documento ‘‘Linee guida per la sperimentazione del bilancio comunale di previsione in forma partecipata” predisposto dall’Assessorato alla Partecipazione dei cittadini e Decentramento. Lo scopo del processo partecipativo è quello di accrescere conoscenza e consapevolezza dei cittadini sulle scelte di politica finanziaria del Comune; raccogliere e valorizzare le conoscenze ed i saperi degli abitanti dei luoghi della città; coinvolgere i cittadini nella discussione e definizione del bilancio di previsione comunale; alimentare, infine, una sempre maggiore coscienza civica e la condivisione delle scelte strategiche.

Il processo partecipativo intende coinvolgere sia specifici portatori di interessi ( rappresentanti di associazioni, enti, imprese e istituzioni), ma più in generale tutti i cittadini, a partire dall’eta di sedici anni, che abitano, lavorano o studiano nel territorio del Comune della Spezia. Questo processo si articola in quattro fasi principali: informazione circa la struttura e la definizione del bilancio comunale di previsione; ascolto di stakeholder e cittadinanza per la raccolta di proposte e l’individuazione di priorità; valutazione della fattibilità tecnica ed economica delle priorità individuate; restituzione degli esiti del percorso e delle decisioni assunte in merito alla redazione del Bilancio comunale di previsione.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.