Sanità spezzina: auguri di buon lavoro ai due nuovi primari, ma i dirigenti non ruotano

LA SPEZIA – Sono stati presentati questa mattina, nel corso di una conferenza stampa,  i nuovi primari che prenderanno servizio nel mese di ottobre all’Ospedale Sant’Andrea: il dottor Andrea Magnasco (classe 1967) per la struttura complessa di Ostetricia e Ginecologia e il dottor Giorgio Ferrari (classe 1957) per il reparto di Otorinolaringoiatria. Vantano entrambi eccellenti curricula e la redazione di LaSpeziaOggi augura loro buon lavoro.

Sono inoltre stati riconfermati nei loro ruoli di direttore sanitario il dottor Andrea Conti  e di direttrice del presidio ospedaliero la dottoressa Decia Carlucci. Per questa notizia, però, non ci sarà probabilmente nessuna conferenza stampa visto che il dottor Conti ricopre questo incarico dal 2001, mentre la dottoressa copre il suo dal 2003.  E ormai sappiamo tutti, quindi anche il direttore generale Gianfranco Conzi, che la legge anticorruzione, applicata anche dall’ASL 5, che la rotazione dei dirigenti pubblici è uno strumento fondamentale per contrastare la corruzione (la durata massima dell’incarico dirigenziale dev’essere di tre anni). Dobbiamo quindi pensare che in questa città, in questa Regione, una norma dello Stato redatta con l’intento dichiarato di combattere la corruzione negli enti pubblici si possa bellamente ignorare? Perchè è stato istituito l’ufficio apposito, con una responsabile dell’anticorruzione, chiedendo ai dirigenti un’autocertificazione, ma poi il criterio della rotazione non viene applicato e si permette ai dirigenti di mettere radici nei loro posti di lavoro? Nell’autocertificazione richiesta si chiede ai dirigenti di dichiarare di conoscere la normativa anticorruzione e di essere in regola. Con quale criterio, dunque, questi dirigenti fanno questa dichiarazione?

Mi chiedo: anche a La Spezia valgono le leggi nazionali oppure è un Principato? Esisterà qualcuno disposto a far rispettare le normative vigenti? Vedremo…

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.