Figli vegetariani, dall'infanzia all'adolescenza con la dieta vegetariana e vegana

“Studi eseguiti in collaborazione con Luciano Proietti, fin dagli anni Settanta, hanno messo in evidenza che i bambini vegetariani si ammalano meno rispetto ai bambini onnivori”.

(Ludovico Benso, docente universitario)

E’ opinione diffusa, confermata anche dalla maggioranza dei medici, che dalla nascita fino ai 18 anni, nel periodo più importante per lo sviluppo del corpo e dell’intelligenza dell’essere umano, il consumo di carne, latte e uova, ossia delle cosiddette proteine animali, sia assolutamente indispensabile.

L’autore Luciano Proietti, pediatra con alle spalle una lunga esperienza sul campo, oltre che padre di tre figli, ci spiega come allo stato delle conoscenze scientifiche attuali non solo sia possibile, ma vada sostenuta la scelta di un’alimentazione a base vegetale nel bambino. Non solo essa è compatibile con le indicazione dei nuovi LARN (Livelli di Assunzione Raccomandata dei Nutrienti) aggiornati al 2012, ma nei primi 2/3 anni di vita dovrebbe essere l’alimentazione raccomandata per la crescita e la salute, essendo la più fisiologica. Tale scelta avvierà il bambino su una strada di maggiore costruzione di sé, consapevolezza e di più profonda relazione con la natura e gli altri animali. La scelta vegetariana è inoltre un investimento in “salute” per la società futura i proporzioni enormi, su cui dovrebbero riflettere i responsabili della salute pubblica.

Figli vegetariani. Come allevare i figli dall’infanzia all’adolescenza con la dieta vegetariana e vegana (Edizioni Sonda) è un manuale pratico e completo rivolto a genitori ed educatori, ricco di preziose indicazioni per un’alimentazione in armonia con le leggi naturali, basata su un’ampia esperienza e un solido senso pratico.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.