Il M5S chiede le dimissioni immediate di Renata Canini, direttore amministrativo dell'ASL 5

LA SPEZIA – Questa mattina i consiglieri del Movimento 5 Stelle Ivan Mirenda e Christian Bertagna hanno chiesto, nel corso di una conferenza stampa, le dimissioni immediate del direttore amministrativo dell’ASL 5 Renata Canini, condannata per danno erariale dalla Corte dei Conti con sentenza 15/2014 del 17 febbraio 2014. I fatti risalgono agli anni 2005/2008 quando Canini era direttrice dell’ASL 1 di Imperia e fece assumere il direttore amministrativo Damonte Prioli che all’epoca era privo dei titoli richiesti. Durante l’incarico triennale il Prioli percepì un compenso di oltre 370mila euro. Renata Canini è stata quindi condannata per danno erariale e le è stato riconosciuto il dolo cosidetto contrattuale.

In base al D.Lgs n.39 dell’8/04/2013 a coloro che sono stati condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per reati contro la pubblica amministrazione non possono essere attribuiti incarichi di direttore generale, direttore sanitario e direttore amministrativo nella aziende sanitarie locali del servizio sanitario nazionale.

I consiglieri pentastellati chiedono quindi l’immediata rimozione della dottoressa Canini, il cui incarico scadeva il 31/07/2014 e che invece è stato impropriamente prorogato fino al 2016, riservandosi di valutare se gli atti compiuti dalla stessa nell’esercizio delle sue funzioni siano impugnabili e quali siano le responsabilità del direttore generale Gianfranco Conzi e dell’assessore Claudio Montaldo perchè anche precedentemente il contratto di Renata Canini era stato comunque rinnovato nonostante sussistesse già il carico pendente.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.