Lo studio della musica sia obbligatorio in ogni scuola: petizione lanciata dalla spezzina Barini

LA SPEZIA– La professoressa di canto Anna Maria Barini, spezzina, ha lanciato qualche giorno fa una petizione, indirizzata al Presidente del Consiglio, per rendere obbligatorio lo studio della musica in tutte le scuole di ogni ordine e grado. La petizione ha raggiunto e superato quota 900 e viaggia verso le 1000 firme. “Qui in Italia abbiamo avuto musicisti straordinari, in tutto il mondo cantano le arie liriche in italiano” dice Anna Maria Barini, raccontando le sue esperienze come insegnante nelle scuole “e gli studenti italiani, musicalmente parlando, sono molto ignoranti“. Una buona cultura musicale è importante per la buona crescita del bambino.

Questo il testo della petizione:

 Lo studio della Musica e, in particolare di uno strumento musicale, fino dalla primissima infanzia è fondamentale perché viene insegnato al bambino ad essere ambidestro e, quindi, ad utilizzare in egual misura le due parti, destra e sinistra del cervello con un notevole vantaggio per il suo sviluppo armonico. Suonare insieme, inoltre, aiuta a “lavorare insieme” per il risultato finale. La musica NON è competitiva come lo sport. Il sistema musicale come lo conosciamo noi è nato in Italia e lo abbiamo diffuso nel mondo. In tutte le scuole, i licei e le università straniere si studia la musica e il canto italiano. I nostri Conservatori e i nostri Teatri d’Opera potrebbero essere fonte di guadagno, al pari dei musei, per l’Italia, ma i nostri governanti, ignoranti, musicalmente parlando, per tradizione famigliare, non ne hanno capito l’enorme potenzialità.

Il link per firmare: www.change.org

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.