Spezia, vittoria di campionato al "Picco"

Esordio interno al “Picco” con vittoria per lo Spezia “croato” di mister Bjelica contro il Frosinone. Gli aquilotti trascinano i loro tifosi ad una gara tutto cuore: era anche l’ora visto il trend di diverse partite viste e riviste in questi ultimi due anni di serie B: forse il vento dalla Croazia porta più impeto, più cuore, più entusiasmo ma soprattutto uno Spezia semplice ma generoso, uno Spezia da “Picco” insomma. Per il tifoso spezzino una vera soddisfazione: è il dna che tutti vorremmo, da sempre. Trovi una gara al caldo sole che potrebbe lasciare il segno, invece anche gli ultimi innesti tra tutti Brezevec, già un beniamino, sono disposti al sacrificio senza tralasciare le qualità tecniche. Ebagua dal dischetto e Culina togliendo quella piccola ragnatela dal set, sono gli autori delle marcature spezzine, spezzettate dall’altro rigore trasformato da Ciofani. Insomma per oggi può andare bene così e, poco importa se si soffre alla fine, malgrado la doppia superiorità numerica. Laziali troppo fallosi e nervosi ma questo guai a dirlo a loro stessi: c’è chi vede un’altra partita nel dopo match in sala stampa “arbitraggio negativo nei nostri confronti”, “terreno gibboso che ci ha penalizzato, la palla non rimbalzava”, “le occasioni migliori le abbiamo avute noi”: pazienza questo è il calcio e lo sport, ognuno lo vede con le sue lenti, basterebbe averle con senso sportivo però…Buona la prima in casa allora, ci voleva dopo il capitombolo di Varese anche con uno Schiattarella bloccato dal troppo impeto e relegato a spettatore. Adesso con calma prepararsi al viaggio in Irpinia sabato prossimo: non sarà di certo una formalità come da tradizione aquilotta. Buon proseguimento di serie B, è solo l’inizio.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.