Intervista a Fiasella: "Grazie a Laspeziaoggi per averci permesso di migliorare il bando per il Museo interattivo della Fortezza".

E alla fine il bando venne rettificato.

Non nelle sue linee guida e nel significato generale, apprezzabile nei contenuti e nella volontà di aggiornare l’offerta promozionale del territorio della Val di Vara attraverso la valorizzazione di una delle sue architetture storiche più caratteristiche, ma in alcuni dei punti critici che avevamo sottolineato nel nostro giornale e di fatto, immediatamente evidenti a una prima lettura del disciplinare di gara.

La disponibilità sia del Commissario Fiasella che del dirigente Benvenuto alle obiezioni di Anna Monteverdi per Laspeziaoggi ha permesso di rettificare il bando e a dimostrazione della estrema trasparenza, così come da noi richiesto, la Provincia ha incaricato una ditta per la promozione del bando che scadrà non più il 23 settembre ma il 24 ottobre; quindi i giorni richiesti dalla UE  per la gara vengono conteggiati saltando il periodo festivo d’agosto. Così come il punto critico della specificità del requisito economico e di profilo del soggetto proponente allargato a tipologie lavorative più ampie.

Fiasella ha voluto convocarci per ringraziarci:

Era importante riuscire a comunicare al meglio questo bando. Avrei avuto rammarico se non veniva diffuso al meglio perché questo Museo è un’opera significativa per il nostro territorio. Io ci credo, ho contribuito personalmente a dar vita a questo progetto. Ci siamo impegnati tutti, considerandolo necessario per la valorizzazione dei siti monumentali della Provincia. Serviva un posto ordinatore per sistematizzare con modalità tecnologiche e interattive il territorio della Val di Vara. Serve un punto informativo per visitare il territorio e le sue architetture più caratteristiche. Noi abbiamo un territorio con un numero altissimo di castelli e fortificazioni.

Supereremo quelle criticità da voi sottolineate grazie alla pubblicità che faremo del bando; non lo abbiamo fatto prima per fare in fretta, per rispettare i tempi che ci sono richiesti dalla UE. Viviamo in un Paese in cui le Pubbliche Amministrazioni a prescindere dall’Europa, sono abituate a vivere con scadenziario più lungo. Avevamo questa preoccupazione ma comprendiamo che la cosa importante è permettere a un numero elevato di ditte, società, architetti, di partecipare. Abbiamo accolto la vostra richiesta di renderlo diffuso più capillarmente,ma è un concetto che ha coinciso con un mio desiderio di rendere il bando aperto al maggior numero di persone, senza limitazioni, insomma ho chiesto che non ci fossero motivi escludenti e quindi abbiamo esteso il bando a un tempo adeguato. Ho convocato i dirigenti e ho chiesto se la vostra richiesta era ricevibile e abbiamo fatto una rettifica in questo senso. Sarebbe assurdo fare un bando a cui poi non partecipa nessuno o in pochissimi.”

Su Laspeziaoggi Fiasella spende ottime parole e di questo lo ringraziamo. E’ una dimostrazione di come le Istituzioni siano in ascolto dei cittadini e della comunità. Spesso il singolo cittadino fa riferimento proprio a un giornale per dare voce alla propria protesta e noi ci siamo presi questo incarico, e non solo per il bando in questione, come i nostri lettori sanno.

“Ringrazio Laspeziaoggi perché fa un vero giornalismo, fa inchiesta, indaga, in un territorio povero di questo tipo di attività. L’informazione è appiattita sui comunicati e voi andate oltre e questo lo apprezzo. Molti giornali on line mettono comunicazioni in tempo reale per bruciare la notizia ma si limitano a pubblicare i comunicati senza leggerli in controluce, senza interpretarli, senza fare inchiesta. La velocità di informazione sembra essere l’unica preoccupazione. Il vostro giornale  invece dà il senso positivo del fare informazione, incalzando chi governa e in alcuni casi, come per questo bando, spinge le Istituzioni a dare a un provvedimento una curvatura migliorativa. Il lavoro fatto dagli uffici era eccellente, lo abbiamo migliorato, non ci sono scheletri o ombre e questo vogliamo sottolinearlo. “

Allora speriamo che siano in tanti a partecipare e nel caso, Laspeziaoggi potrà essere considerato uno dei promotori del successo di questo bando. Vigileremo anche sulla commissione che verrà incaricata di giudicare i progetti.

La redazione di Laspeziaoggi è felice di aver creato un’occasione di dialogo positivo e soprattutto costruttivo con le istituzioni, in un momento in cui  (Piazza Verdi docet) le Istituzioni si fanno latitanti alle richieste basilari  di ascolto dei loro stessi cittadini

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.