Caccia al capriolo: Fiasella cede al pressing e convoca un incontro sulla caccia al capriolo

LA SPEZIA – Mercoledì 13 agosto alle ore 10 presso la Sala del Consiglio provinciale della Spezia si terrà un incontro sulla delicata questione del capriolo nel nostro territorio, visto il clamore suscitato dalla delibera che ne consente la caccia in deroga.

Nonostante le migliaia di firme raccolte, nonostante le Associazioni avessero chiesto da tempo un tavolo, come spesso avviene nel nostro Paese le istituzioni (in questo caso la Provincia e il suo Commissario Straordinario Marino Fiasella) hanno provato a fare “orecchie da mercante”, convocando solo un’assemblea con i cacciatori questa sera 11 agosto a Varese Ligure, iniziativa che (esattamente come successo pochi giorni fa per il discusso bando per un museo alla Fortezza di Sarzana) non era stata assolutamente pubblicizzata. Solo quest’oggi, dopo la strigliata presa ieri (Caccia al capriolo, Fiasella si da alla macchia), è arrivata una nota del Commissario Marino Fiasella in cui si legge: “Visto il rilievo posto dalla associazioni ambientaliste circa la scarsa comunicazione data dell’evento, invito le associazioni stesse e tutti coloro che sono interessati al tema mercoledì 13 agosto in Provincia, confermando la mia volontà di confronto, trasparenza e condivisione“.

Prosegue comunque la raccolta di firme lanciata da Ramona Tellini su Change.org e non si placa la polemica: la motivazione ufficiale, cioè la presenza di 125 esemplari di capriolo in esubero, non convince e indigna, perchè esistono metodi non cruenti che contemplano interventi di ingegneria natualistica, gestione ambientale e controllo della natalità per contenere il proliferare degli animali.

Consiglio, inoltre, a chi non fosse a conoscenza dell’alto numero di vittime di caccia, la navigazione sul sito www.vittimedellacaccia.org

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.