Cut up edizioni pubblica la prima traduzione italiana del drammaturgo kosovaro Jeton Neziraj

Ci sono voluti cinque viaggi a Pristina, molte ore di visione di spettacoli e soprattutto l’amicizia e le interviste di Anna Monteverdi e Giancarla Carboni con l’autore albanese kosovaro Jeton Neziraj per riuscire nell’impresa di tradurre per l’Italia l’ultimo suo lavoro teatrale dal bizzarro titolo “La distruzione della Torre Eiffel”. Una tragicommedia, come da registro usuale del giovane drammaturgo, già direttore del Teatro Nazionale e uno degli autori di punta del network europeo EuroDram, che mette in ridicolo alcuni dei luoghi comuni degli occidentali sull’Islam, e quelli dei musulmani sulla “moderata” e tollerante Europa.

Un anno di lavoro che ha preso in considerazione le traduzioni esistenti in inglese, francese e ovviamente albanese dell’opera teatrale per arrivare a una versione la più vicina possibile a quella scelta per l’allestimento teatrale con regia di Blerta Rustemi Neziraj che ha debuttato alla fine del 2013 al Teatri Kombetar di Pristina. Monica Genesin ricercatrice di lingua e letteratura albanese dell’Università del Salento è stata la garanzia della supervisione dall’albanese che ha lavorato a quattro mani con Giancarla Carboni e Anna Monteverdi. La visione dello spettacolo per un mese e mezzo intero e il continuo confronto con l’autore da parte della Carboni ha portato a un perfezionamento dei dialoghi del testo e ad una versione più teatrale e meno letteraria dell’opera.

La casa editrice spezzina CUT UP diretta da Katia Lagalante e Fabio Nardini ha accolto la proposto della realizzazione in stampa ed entro settembre il volume sarà in distribuzione. La grafica è stata affidata a Davide Notarantonio.

L’opera di Neziraj, già diffusa in forma critica in Italia su Teatro e Storia, Hystrio, Rumor scena e Repubblica da parte della Monteverdi, ha suscitato interesse da parte del presidente dell’Emilia Romagna Teatri Pietro Valenti che porterà lo spettacolo al Festival Vie di Modena il 17 e 18 ottobre; proprio a Modena le traduttrici presenteranno il libro confortate anche della presenza autorevole di Gerardo Guccini, docente di Drammaturgia del Dams di Bologna e membro del comitato scientifico di EURODRAM.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.