Uscito il bando per la direzione del Teatro Stabile di Genova. Repetti lascerà il posto ad Alinghieri?

Come da notizia apparsa su alcune riviste -senza una preventiva conferenza stampa- e soprattutto senza troppe spiegazioni, Carlo Repetti va via anzi tempo dalla direzione dello Stabile di Genova che diventerà presto Teatro Nazionale nel nuovo riordino ministeriale. C’è chi dice che ricoprirà il ruolo direttivo di Palazzo Ducale in un giro di poltrone non confermato; quindi attendiamo notizie speriamo questa volta con conferenza stampa e spiegazioni annesse. E’ di questi giorni il bando per la direzione del TEATRO STABILE e noi facciamo girare la notizia.

Considerato il polverone suscitato dalla famosa short list del Teatro Civico della Spezia in cui Repetti come commissario non dichiarò la sua incompatibilità con il vincitore nominato, Roberto Alinghieri, nomina, rigettata dal TAR Liguria (che ad oggi rappresenta l’unico caso in Italia di ricorso accolto per cancellare una nomina a un teatro pubblico), sono in molti a chiedersi se Alinghieri non chiederà di essere giudicato proprio da Genova, ovvero nell’ (ex) “feudo” di Repetti. Chissà.

Dipenderà molto dalle commissioni ovvero dal CDA che a scanso di nuovi ricorsi, dovrà stare molto attento (qua c’è in ballo non una nomina a un teatro di Provincia sottoprodotto di Genova ma di uno dei 5 prossimi Teatri Nazionali). E intanto ci sono gruppi che si mobilitano a chiedere trasparenza nella nomina proprio di questo Teatro. Addirittura una petizione on line a cui hanno aderito anche alcuni membri di RETE CRITICA, la rete nazionale di critici dei magazine on line.

Molti dipenderà anche da chi partecipa. In un twitt Alessandro Gassmann, già direttore dei Teatri Del Veneto a cui Anna Monteverdi aveva chiesto se avrebbe partecipato al bando, aveva risposto “Sarebbe un grande onore! Genova città colta e teatralmente straordinaria. Ci proverò!”. E ancora “Vedremo..Genova città di mio padre…molto legato”.

E a queste frasi sono seguiti molti twitt di follower che si dicevano pronti a fare “gruppi di appoggio per Gassmann direttore”, altri  hanno “Pronto lo striscione”. Antonella Questa scrive “Dai Gassmann vieni a risolvere anche questo Stabile con la tua qualità”…

Insomma sarebbe un colpaccio per Genova aggiudicarsi un big name come Gassmann che ha fatto un servizio eccellente in Veneto portando qualità, ricerca e riempiendo teatri. Speriamo che le logiche localistiche come al solito non prevalgano e soprattutto…speriamo che i commissari o membri CDA si vadano a leggere il ricorso al TAR andato a buon fine alla Spezia, prima di decidere….Non si sa mai …

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.