Bando della Provincia per un museo multimediale dentro la Fortezza Firmafede

Nel sito della Provincia in questi giorni è uscito un bando frettoloso per realizzare un museo interattivo all’interno della Fortezza Firmafede. Il contenuto richiesto e la modalità sono davvero molto molto specifici. Oltre 600 mila euro di contributo che arriva dalla UE. L’azienda deve anche garantire copertura economica.

Certo è lecito chiedersi in due mesi (con agosto di mezzo) come sia possibile realizzare ciò che chiedono, a meno di non avere già in mano qualcosa di simile o avere avuto, per dire, sentore mesi fa di un simile bando. Ma sicuramente serve per la garanzia di scientificità e di qualità del lavoro. Ma appunto, se serve qualità, perché non mettere il bando fuori dalle vacanze agostane in modo che tutti possano vederlo, studiarlo e progettarlo? UN mese in più sarebbe stato ottimo, ma forse UE non contempla le vacanze estive e non pone vincoli alla promozione/pubblicità. Chissà.

Tuttavia come organo di informazione facciamo quello che è giusto fare: diffondiamo la notizia anche se agli addetti ai lavori, e mi metto tra questi, non sfuggirà che in Italia a poter fare questo lavoro, con i requisiti richiesti dal bando, sono davvero in pochi forse 4, e nel territorio non sfuggirà che ce n’è solo uno. Infatti l’azienda deve fatturare in un anno almeno 400 mila euro. Anche questo un requisito della UE?

E infine, se è un bando con tanto di finanziamento europeo, perché non viene fatto in due lingue sul sito della Provincia dando l’opportunità ad aziende dei paese appunto europei di partecipare? Non rientra nei requisiti richiesti dalla UE?

Ecco il testo delbando

L’intervento “Le Due Fortezze: il centro museale  multimediale del sistema fortificato della Lunigiana presso la Fortezza “Firmafede” di Sarzana (SP) è stato inserito nel Progetto Integrato tematico “Passaggio nella Terra della Luna: Castelli e Fortificazioni” promosso dalla Provincia della Spezia ed approvato dalla Regione Liguria con D.G.R. n° 868 del 18/07/2008 a valere sui contributi europei POR FESR Regione Liguria 2007/2013, Asse IV Azione 4.1 “Promozione del patrimonio naturale e culturale”.

Obiettivo del progetto è quello di esporre ad un pubblico ampio e multiforme, la ricchezza del sistema fortificato della Lunigiana, espressione delle vicende storiche, artistiche ed umane delle due province della Spezia e di Massa Carrara, promuovendo la valorizzazione culturale e turistica del territorio con idonee tecniche di informazione e comunicazione innovativa.

QUA IL BANDO NEL SITO DELLA PROVINCIA

Art. 2

OGGETTO NATURA ED  AMMONTARE DELL’APPALTO

L’oggetto dell’appalto consiste nell’esecuzione di un servizio per la realizzazione di produzioni ed allestimenti (con relativa posa in opera) di strutture espositive e scenografiche, di sistemi illuminotecnici, di tecnologie multimediali, produzione e/o acquisto di contenuti audio-video e relativi impianti elettrici e di sonorizzazione (fornitura), progettazione ed installazione di sistemi integrati multimediali e prodotti di comunicazione (progetto grafico pannelli, sito internet, catalogazione), assieme a tutte le prestazioni connesse a quanto sopra descritto e necessarie alla realizzazione del progetto “Le due fortezze: centro museale multimediale” da inserire nella Fortezza Firmafede (Cittadella) di Sarzana (SP).

L’appalto ha natura di “appalto di servizi”, ai sensi dell’art. 14 del D.lgs 163/2006, distinti nelle seguenti prestazioni, così articolate nel Quadro Tecnico Economico parte integrante del progetto posto a base di gara:

 

DESCRIZIONE VOCI DELL’INTERVENTO IN APPALTO

IMPORTO (€.)

A) PRESTAZIONE PRINCIPALE: realizzazione dei contenuti multimediali (clip, filmati, colonne sonore)

333.600,00

B.1) PRESTAZIONE SECONDARIA: allestimento delle attrezzature multimediali ed attivazione di software specifico di gestione del complesso sistema

234.900,00

B.2) PRESTAZIONE SECONDARIA: allestimento della scenografia e realizzazione delle opere edili accessorie

69.911,84

ONERI DELLA SICUREZZA sulle OPERE EDILI

2.676,70

Costo del personale (solo parte edile)

14.288,46

ONERI DELLA SICUREZZA sui SERVIZI

1.600,00

IVA (sulle opere edili, al 10%)

4.287,70

IVA (sui servizi, al 22%)

135.102,00

IMPORTO COMPLESSIVO DELL’INTERVENTO

796.366,70

IMPORTO NETTO SOGGETTO A RIBASSO

638.411,84

Il Progetto di servizio, redatto in un unico livello di elaborazione progettuale ai sensi dell’art. 279 primo comma I^ cpv del D.P.R 207/2010 è stato a validato dalla stazione appaltante con:

–          Verbale di validazione (relativo alla parte multimediale) prot. n° 68216 del 10/12/2013;

–          Verbale di validazione (relativo alla parte edile accessoria) prot. n° 68220 del 10/12/2013, già autorizzato dalla Soprintendenza dei Beni Culturali e del Paesaggio della Regione Liguria in data 05/12/2013 (prot. n° 35462 del 05/12/2013).

 

Art. 3
DISPOSIZIONI PARTICOLARI RIGUARDANTI L’APPALTO

Il progetto posto a base di gara è stato approvato ex art. 279 del D.p.R. 207/2010 come progetto di servizi ad un unico livello progettuale, come indicato al precedente art.2.

Le prestazioni da eseguirsi sono distinte, ai sensi dell’art. 275 del D.p.R. 207/2010, nel seguente modo:

A) prestazione principale relativa alla realizzazione contenuti multimediali;

B1) prestazione secondaria relativa all’allestimento di attrezzature multimediali ed all’attivazione di software specifico di gestione del complesso sistema;

B2) prestazione secondaria relativa all’allestimento della scenografia ed all’esecuzione delle opere edili accessorie.

Le prestazioni necessarie all’esecuzione del servizio sono descritte dall’insieme degli  elaborati che costituiscono la documentazione a base di gara, parte integrante del bando, per la cui lettura si offrono le seguenti indicazioni.

 

Per quanto attiene la parte del progetto complessivo relativa alla descrizione delle opere edili si rinvia integralmente alla documentazione di seguito elencata, parte integrante e sostanziale  del presente capitolato speciale descrittivo e prestazionale:

–          A: Relazione Tecnica Generale;

–          B: Relazione Tecnica Specialistica (analisi acustica);

–          D: Piano di manutenzione;

–          E1: Piano di Sicurezza e Coordinamento (P.S.C.);

–          E2: Allegato P.S.C. – Planimetria area di cantiere;

–          E3: Allegato P.S.C. – Fascicolo tecnico;

–          E4: Stima dei costi della sicurezza;

–          E5: Quadro di incidenza della manodopera;

–          F1: Computo Metrico Estimativo;

–          F2: Quadro Tecnico Economico;

–          G: Cronoprogramma dei lavori;

–          H: Elenco Prezzi Unitari;

–          I: Schema di Contratto e Capitolato Speciale d’Appalto (relativo alle sole opere edili);

–          Planimetria generali;

–          Planimetrie rilevo architettonico;

–          Planimetrie rilevo impianto elettrico;

–          Planimetrie rilevo impianto antincendio;

–          Planimetrie superamento barriere architettoniche;

–          Progetto opere di miglioramento acustico.

 

Per quanto riguarda la descrizione delle prestazioni costituenti la parte multimediale delle sale museali, devono essere analizzati i seguenti elaborati:

–          All. A: Relazione tecnica illustrativa;

–          All. B: Indicazioni e disposizioni per la stesura dei documenti inerenti alla sicurezza;

–          All. C: Calcolo sommario della spesa per l’acquisizione del servizio;

–          All. D: Prospetto economico degli oneri complessivi.

nonché

–          ELABORATO 1: Relazione tecnica illustrativa integrativa;

–          ELABORATO 2: Approfondimento dei contenuti scientifici e multimediali;

–          L: Schede di controllo.

 

Per garantire una chiara e completa lettura degli elaborati costituenti il progetto posto a base di gara

si illustrano, qui di seguito, le interconnessioni degli stessi documenti.

 

Per un primo approccio di inquadramento dell’oggetto del servizio può essere utile analizzare la

A: Relazione Tecnica Generale” assieme alle tavole grafiche delle “Planimetrie generali”,

documenti inseriti nella parte edile;

 

Con il documento denominato “All. A: Relazione tecnica illustrativa” si ha una descrizione dei contenuti da rappresentare per ogni singola sala del futuro museo (dalla sala n° 1 alla sala n° 27), preceduta da una parte introduttiva illustrante la possibile modalità tecnologica necessaria per rendere chiara l’esposizione, unitamente al periodo temporale minimo richiesto per la visione del filmato o del videoclip. Nelle sale con tecnologia interattiva non è stato inserito il fattore “tempo” dato che risulta soggettivo a seconda dell’interesse dei visitatori. Nell’esposizione dell’argomento, per ogni sala, sono stati inseriti dal progettista anche i riferimenti bibliografici da cui sono state ottenute tutte le informazioni storiche. Nella tabella seguente si riportano brevemente, per ogni sala espositiva del museo, il titolo dell’argomento da esporre, lo strumento tecnologico da utilizzare e la durata espositiva. Con il documento denominato “All. A: Relazione tecnica illustrativa” si ha una descrizione dei contenuti da rappresentare per ogni singola sala del futuro museo (dalla sala n° 1 alla sala n° 27), preceduta da una parte introduttiva illustrante la possibile modalità tecnologica necessaria per rendere chiara l’esposizione, unitamente al periodo temporale minimo richiesto per la visione del filmato o del videoclip. Nelle sale con tecnologia interattiva non è stato inserito il fattore “tempo” dato che risulta soggettivo a seconda dell’interesse dei visitatori. Nell’esposizione dell’argomento, per ogni sala, sono stati inseriti dal progettista anche i riferimenti bibliografici da cui sono state ottenute tutte le informazioni storiche. Nella tabella seguente si riportano brevemente, per ogni sala espositiva del museo, il titolo dell’argomento da esporre, lo strumento tecnologico da utilizzare e la durata espositiva.

 

Sala

Argomento da esporre nella sala

Strumento tecnologico di supporto

Durata della esposizione

I

Ingresso (zona ascensore)

/

/

A

Biglietteria

/

/

B

Bookshop

/

/

C

Info-point Totem monitor 42”

/

1

La fortificazione medioevale Videoproiettore home cinema+audio

10’

2

Il territorio della Lunigiana Tavolo interattivo con 4 postazioni + plastico+audio

12’

3

La strada: porti, mercati e castelli Videoproiettore

3’

4

Castelli e potere Videoproiettore

3’

5

Il Codice Pelavicino libroteca interattiva+audio

3’

6

Elementi del castello scenografie virtuali 3D

2’

7

I castelli e borghi della Lunigiana schermo interattivo+videoproiettore+audio

3’

8

I castelli e borghi nella valli interne del Vara e della Magra schermo interattivo+videoproiettore

/

9

I castelli e borghi nella bassa Val di Magra schermo interattivo+videoproiettore

/

10

I castelli e borghi della Riviera schermo interattivo+videoproiettore+audio

3’

11

Vita nel castello Videoproiettore+audio

3’

12

La cucina Videoproiettore

3’

13

La biblioteca libroteca interattiva

/

14

Le feste Videoproiettore+audio

3’

15

La vita nella città e nel borgo Videoproiettori

3’

16

Il mercato Videoproiettore+audio

3’

17

Il porto Videoproiettore

2’

18

Le feste popolari Videoproiettore

2’

19

Galleria di personaggi Videoclip+audio

1’+1’+1’+1’

20/a

Caduta di Costantinopoli Videoproiettori + n° 4 videoclip + n° 3 schermi/ologrammi

/

20/b

La guerra di Sarzana e la costruzione delle fortezze di Sarzana e Sarzanello Videoproiettori + n° 2 schermi/ologrammi + plastico

/

21

Sarzana e Lunigiana ai tempi di Carlo VIII Videoclip

1’+1’+1’+1’

22

La Cittadella sotto il dominio genovese

/

/

23

Il Golfo e le fortificazioni genovesi Scenografie virtuali 3D

/

24/a

Vita nella fortezza

/

/

24/b

L’assedio Videoproiettore 360° per filmato immersivo

7’

25

Lo sviluppo del forte bastionato Videoclip

1’+1’+1’+1’

26

Le guerre di successione austriaca e spagnola – La distruzione dei castelli Videoproiettore+audio

3’

27

La Spezia e l’Arsenale Videoproiettore

3’

,#

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.