Piazza Verdi: il blocco dei lavori non riguarda solo la parte centrale

LA SPEZIA– All’indomani della sentenza del Consiglio di Stato, si delinea con maggior chiarezza il suo reale significato. La sospensiva non riguarda, com’era trapelato prima dell’uscita del documento, solo la parte centrale, ma l’intera Piazza. Si legge, infatti, che “i provvedimenti impugnati concernono l’intero assetto architettonico e culturale di Piazza Verdi, e non già il solo originario filare di pini, nelle more abbattuto“. Questo ci è stato confermato dall’avvocato Daniele Granara, che si dice ottimista anche per la discussione sul merito fissata per gennaio 2015. Stando così le cose, quindi, il Vannetti-Buren parrebbe definitivamente bocciato. E ora? E’ il turno della Soprintendenza che dovrebbe, ancora una volta, sollecitare il Comune. A Palazzo Civico, dicono le consuete voci di corridoio, l’umore è piuttosto nero. Rivedremo, quindi, i pini in Piazza Verdi?

La sentenza: giustiziaamministrativa.it

Probabilmente nemmeno la notizia dell’archiviazione del secondo esposto contro Marzia Ratti per la questione dell’errata datazione dei pini (errore, come dichiarato dalla direttrice dell’Istituzione dei Servizi Culturali, commesso “in buona fede” e “immediatamente comunicato al Comune“) avrà risollevato gli umori dell’Amministrazione.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.