Esposto in Procura su Saliceti:le emissioni odorigene sono fuori legge?

LA SPEZIA– Questa mattina, 16 luglio, Maurizio Volpatti, cittadino vezzanese, accompagnato dall’avvocato Massimo Lombardi, dal giurista ambientale Marco Grondacci e dal consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Christian Bertagna, ha presentato alla Procura della Repubblica della Spezia un esposto (è già il secondo) che riguarda la discarica di Saliceti, che insiste nel comune di Vezzano Ligure. L’impianto di Saliceti è nato nell’agosto del 2008 ed è “riservato al trattamento di rifiuti urbani indifferenziati, non pericolosi, per la trasformazione in combustibile da utilizzare nella produzione di energia alternativa“. Secondo le specifiche progettuali di Acam SpA tutte le operazioni devono essere eseguite al chiuso. in ambiente costantemente depressurizzato per evitare fuoriuscite di odori. Ma nella realtà dei fatti non è così: infatti i cittadini che vivono vicino alla discarica da settimane lamentano la presenza di odori nauseabondi, che causano loro cefalee, nausee e altri disturbi fisici, con inevitabile peggioramento della qualità di vita.

I firmatari dell’esposto chiedono che la Procura verifichi l’eventuale presenza di responsabilità penali nei seguenti punti:

– getto di cose pericolose, che configura un reato di pericolo, volto a proteggere in via anticipata il bene salute

– inosservanza delle prescrizioni contenute o richiamate nelle autorizzazioni ad impianti di gestione rifiuti

– omissioni di atti di ufficio relativamente al mancato e tempestivo intervento nonostante il perdurare, da anni, del forte disagio per i numerosi cittadini residenti, oltre al possibile concorso di reati elencati sopra a carico dei gestori dell’impianto

Nelle prossime settimane si saprà se vi sarà un’archiviazione o una prosecuzione delle indagini.

Per saperne di più sul tema Saliceti: notedimarcogrondacci.blogspot.it

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.