Piazza Verdi: nuovo ricorso al TAR del Comune

LA SPEZIA–  Mentre si aspetta la discussione al Consiglio di Stato sulla cautelare che prevede il blocco dei lavori nella parte centrale, il Comune della Spezia ha presentato un altro ricorso al TAR, come si evince dal verbale della delibera di giunta del 23 giugno scorso. L’Amministrazione contesta il provvedimento della Direzione Regionale del MIBAC, numero 3393 del 16 aprile 2014, che prevedeva la sostituzione del filare originale di pini con nuove piante (a seguito della bocciatura della richiesta, da parte del Comune, di abbattere i pini pericolanti). Nella delibera si legge che tale prescrizione “non trova fondamento nella normativa vigente in materia di tutela dei beni culturali, la cui interpretazione non può spingersi fino alla imposizione di entità non autentiche che sostituiscano beni culturali andati completamente perduti, essendo limitata l’esigenza del restauro a quella di rispettare e salvaguardare l’autenticità degli elementi costitutivi“.

La discussione è affidata al medesimo collegio di avvocati (l’avvocato civico Stefano Carrabba, l’esterno Giovanni Bormioli e il romano Giovanni Corbyons) e, essendo un ricorso collaterale che s’inserisce nella vertenza complessiva, non è previsto un ulteriore esborso economico.

Il testo completo della delibera è pubblicato nell’albo pretorio del sito del Comune (albopretorio.spezianet.it) e ha come titolo “Autorizzazione a proporre ricorso al TAR Liguria per annullamento del provvedimento del Direttore Regionale MIBAC numero 3393/14″



Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.