Piazza Verdi: la Soprintendenza farà appello al Consiglio di Stato

LA SPEZIA– L’appello al Consiglio di Stato su Piazza Verdi è imminente: martedì 1° luglio, infatti, il collegio giudicante deciderà se confermare o meno la cautelare stabilita, in sede monocratica, il 30 maggio scorso (la sentenza riguarda il blocco dei lavori nella parte centrale e sospende la decisione del T.A.R.). A presentarsi in Camera di Consiglio, martedì prossimo, ci saranno gli avvocati Daniele Granara (per i VAS) e Piera Sommovigo (Legambiente); l’avvocature di Stato, con l’intervento ad adiuvandum dell’avvocato Rino Tortorelli (per Italia Nostra) sarà presente per insistere nell’accoglimento dell’istanza, riservandosi di fare a sua volta appello quando si terrà la discussione nel merito.

Intanto, continua la “battaglia  televisiva a distanza” tra Massimo Federici e il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che non perde occasione per attaccare il progetto Vannetti-Buren; il Sindaco è stato ospite, lunedì 23 giugno, della trasmissione “Uno mattina estate” e ha difeso a spada tratta il “bellissimo” progetto, che riqualificherà quella che “non è mai stata una piazza”, che verrà “pedonalizzata“, affermando che “la campagna mediatica ha influenzato la Soprintendenza“, che prima ha concesso l’autorizzazione e poi l’ha ritirata. Peccato che il primo cittadino abbia “dimenticato” di dire che è tutto nato da un “errore” della dottoressa Marzia Ratti sulla datazione dei pini, motivo per cui la direttrice delle Istituzioni Culturali è stata rinviata in udienza e verrà presumibilmente ascoltata verso la metà di luglio. E peccato che il Sindaco abbia “dimenticato” di dire che ha fatto abbattere i pini tre giorni dopo la sentenza del TAR, quando solitamente si tende ad aspettare di sapere se le parti opposte faranno ricorso e che, dopo il blocco dei lavori nella parte centrale, abbia comunque concesso di bucare proprio dove non si sarebbe dovuto scavare, non rispettando neppure un’ordinanza del Consiglio di Stato. Dimenticanze che ovviamente i telespettatori non spezzini ignorano, ma che sono abbastanza chiare a chi ha seguito con una certa attenzione la vicenda da oltre un anno a questa parte.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.