Degrado in Via Prione, nei pressi della Scalinata Quintino Sella

LA SPEZIA– Quasi ogni giorno arrivano in redazione segnalazioni di degrado in città. In questi ultimi giorni la redazione ha raccolto la testimonianza degli abitanti della zona di Scalinata Quintino Sella, nel cuore del centro storico, nella frequentatissima Via Prione. Viene segnalata la presenza, durante l’intera giornata, di diversi “punkabbestia“, che bivaccano in compagnia dei loro cani bevendo alcolici e espletando i loro bisogni “liquidi” per la strada, in pieno giorno. E’ solo l’ultima segnalazione di degrado, l’ennesimo grido di protesta di cittadini che non riescono a farsi ascoltare da forze dell’ordine e istituzioni, che si sentono abbandonati da chi li dovrebbe tutelare. Tra l’altro, la riqualificazione della Scalinata Quintino Sella risale solo al 2012 e nell’aprile del 2013 il rifugio antiaereo sottostante la Scalinata ospitò un’interessante mostra di cimeli risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, quando in quella galleria confluivano le persone durante i bombardamenti e vi passavano il tempo. Una bellissima iniziativa, voluta dall’Associazione “Dalla parte dei forti” e patrocinata dal Comune. Bellissima, ma che durò lo spazio di un mese; il rifugio, che potrebbe diventare una viva testimonianza di una parte importante della storia della nostra città, è chiuso da allora e lo spazio antistante, oggi, di “proprietà” di chi decide di bivaccarvi tutto il giorno.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.