Acqui Storia, il romanzo di Vasken Berberian "Sotto un cielo indifferente" tra i finalisti

ACQUI TERME – Sono stati resi noti oggi i nomi dei finalisti del prestigioso Premio Acqui Storia, giunto quest’anno alla quarantasettesima edizione, tra le circa 200 opere partecipanti.

La giuria della sezione scientifica ha scelto come finalisti:

La sollecitudine ecclesiale di Monsignor Roncalli in Bulgaria (1925-1934) di Kiril Plamen Kartaloff, Libreria Editrice Vaticana;

La fine del Terzo Reich. Germania 1944-45 di Ian Kershaw, Bompiani;

Metternic di Luigi Mascilli Migliorini, Salerno Editrice;

La Ghirlanda fiorentina e la morte di Giovanni Gentile di Luciano Mecacci, Adelphi;

Pio X. Alle origini del cattolicesimo contemporaneo di Gianpaolo Romanato, Lindau.

La giuria della sezione divulgativa ha indicato come finalisti:

Una nazione in coma. Dal 1793, due secoli di Piero Buscaroli, Minerva Edizioni;

Il tradimento. Gramsci, Togliatti e la verità negata di Mauro Canali, Marsilio Editori;

La scintilla. Da Tripoli a Sarajevo: come l’Italia provocò la prima guerra mondiale di Franco Cardini e Sergio Valzania, Mondadori;

Vita intellettuale e affettiva di Benedetto Croce di Giancristiano Desiderio, Liberilibri;

Catastrofe 1914. L’Europa in guerra di Max Hastings, Neri Pozza Editore.

La giuria della sezione romanzo storico ha scelto:

Sotto un cielo indifferente di Vasken Berberian, Sperling & Kupfer;

Il mantello di porpora. Ascesa e caduta dell’imperatore Giuliano di Luigi De Pascalis, La Lepre Edizioni;

Ma la divisa di un altro colore di Pietro Neglie, Fazi Editore;

Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler di Massimiliano Parente, Mondadori;

Terre selvagge di Sebastiano Vassalli, Rizzoli.

La cerimonia di consegna dei riconoscimenti avverrà il 18 ottobre e nell’occasione saranno premiati i Testimoni del Tempo.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.