Il Leggendario Sforza Savoia in mostra a Palazzo Reale di Torino

TORINO–  Giovedì 12 giugno la Biblioteca Reale di Torino esporrà eccezionalmente il Leggendario Sforza-Savoia, uno dei più preziosi codici miniati del Rinascimento italiano, di cui è stato appena ultimato il restauro.

Conservato nel caveau blindato della Biblioteca Reale, il manoscritto potrà essere ammirato in originale a partire dalle ore 18 – e solo per questa giornata – in occasione della pubblicazione del facsimile del codice, realizzato da Franco Cosimo Panini Editore. Il 12 giugno alle ore 18 si terrà la conferenza di presentazione dell’opera cui interverranno:
Mario Turetta, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte
Giovanni Saccani, Direttore della Biblioteca Reale di Torino
Pier Luigi Mulas, Storico dell’arte, Università di Pavia
Luca Panini, Amministratore delegato Franco Cosimo Panini Editore.
Nel corso della serata avrà luogo l’inaugurazione della mostra il Leggendario Sforza- Savoia, curata da Franco Cosimo Panini Editore e visitabile fino al 21 giugno. Allestita negli ambienti della Biblioteca Reale di Torino, l’esposizione permetterà ai visitatori di approfondire la storia e i segreti del codice e soprattutto di ammirarne le miniature, grazie a un percorso di oltre settanta riproduzioni facsimilari delle pagine. Sarà inoltre a disposizione il facsimile digitale del Leggendario Sforza-Savoia, realizzato da Franco Cosimo Panini Editore, grazie a una nuova postazione interattiva per la navigazione e l’esplorazione digitale del codice, dotata di schermo multi-touch ad altissima risoluzione, che resterà alla Biblioteca anche dopo la conclusione della mostra.
Realizzato nel 1476 per il duca di Milano Galeazzo Maria Sforza e la consorte Bona di Savoia, il codice è una raccolta di storie – o leggende, da cui il nome Leggendario – tratte dai Vangeli Apocrifi e dal Nuovo Testamento. Il ricchissimo apparato illustrativo rende l’opera eccezionale: più di trecento grandi scene miniate accompagnano il testo, dando vita a uno straordinario racconto per immagini. Le miniature si devono al milanese Cristoforo de Predis, artista al servizio di importanti famiglie quali gli Este e i Borromeo.
Il volume è stato oggetto di un intervento di restauro realizzato dallo studio PaoloCrisostomi di Roma e finanziato da Franco Cosimo Panini Editore. Lo stato di conservazione del manoscritto presentava diverse problematiche dovute al deterioramento della legatura e alle pieghe delle pagine, con il rischio di provocare cadute di colore alle miniature.
L’edizione in facsimile, pubblicata da Franco Cosimo Panini Editore in collaborazione con Treccani, riproduce il manoscritto integralmente e in ogni dettaglio, con particolare riguardo alla fedeltà cromatica delle illustrazioni e delle dorature. L’opera è accompagnata da un volume a cura di Pier Luigi Mulas, contenente saggi di Giovanni Saccani, Luisa Giordano e Pier Luigi Mulas. Il commentario è completato dalla traduzione integrale in italiano moderno del testo del manoscritto.

La mostra alla Biblioteca Reale sarà aperta fino al 21 giugno 2014 con il seguente
orario: lun.-ven. 8.15-18.45; sab. 8.15-13.45.

Per maggiori informazioni: www.leggendariosforzasavoia.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.