Urla e fischi al Consiglio Comunale, la maggioranza lascia l'aula

LA SPEZIA – Il Consiglio comunale è il massimo organo rappresentativo della comunità locale ed espressivo della domanda sociale. E’ l’organo di indirizzo di controllo politico-amministrativo dell’ente locale, espressivo della domanda sociale e interprete permanente della volontà popolare. Il circuito istituzionale delle competenze, l’equilibrio armonico dei poteri di tali organi di governo, il bilanciamento dei pesi e dei contrappesi, assicurano una dialettica collaborativa e non competitiva tra i vari organi nell’ottica della buona amministrazione e del perseguimento dell’interesse della comunità locale.

Le Forze dell’ordine (polizia, carabinieri,vigili urbani, etc, garantiscono la sicurezza dei cittadini. La DIGOS (Divisione Investigazioni Generali e Operazioni speciali) svolge attività investigativa ed informativa finalizzata a contrastare eventuali attività eversive dell’ordine democratico, attività antiterrorismo, controlla anche tutte le attività di gruppi estremistici che perseguono scopi di sovvertimento sociale con il ricorso alla violenza, ed anche al contrasto di illegalità nelle manifestazioni sportive ad opera di gruppi di tifosi violenti organizzati.

La Polizia scientifica è la struttura centralizzata che interviene quando, per l’espletamento di accertamenti di polizia giudiziaria e preventiva, sono richieste particolari competenze nel campo delle scienze biologiche, chimiche, fisiche, dattiloscopiche ed altre.

Ieri sera Digos e Polizia scientifica erano in Consiglio Comunale, per preservare l’ordine pubblico, ossia tenere a bada i cittadini che volevano portare in aula la loro indignazione. Pensionati, operai, impiegati, studenti, esponenti di vari Comitati: erano tutti lì per far leggere un documento congiunto, in cui spiegano le ragioni della loro indignazione, di come la vicenda Piazza Verdi sia solo “figlia di anni di azioni e metodi irriguardosi nei confronti dei cittadini spezzini“, di come la protesta vada ben al di là dei “quattro pini marci“, di come venga dopo lo scempio di Piazza Saint Bon, lo sprofondo Acam, l’inquinamento del Porto e della centrale a carbone, dopo Viale Amendola e il tentativo (per ora fallito) di portar via la Pinetina agli spezzini. I cittadini speravano di riuscire ad aprire uno spiraglio di dialogo con l’Amministrazione, ma hanno trovato le forze dell’ordine che li filmavano e fotografavano.

E non è la prima volta, è un anno che i cittadini che protestano vengono fotografati. Ieri sera l’aula consiliare si è riempita di urla, fischi, cartelli. Il regolamento dice che non si possono portare cartelli in Consiglio Comunale e solerti vigilesse hanno provveduto a strapparli dal petto di pacifici signori coi capelli bianchi. Appena iniziato, il Consiglio è stato sospeso per la conferenza dei capigruppo, che ha stabilito che il documento sarebbe stato messo agli atti: nessuna lettura in aula, quindi. Si prova ad andare avanti coi normali “lavori”, ma scoppia la bagarre: proteste, fischi, urla “siamo cittadini, non sudditi”, “vergogna”, “ascoltateci”. La maggioranza esce, seguita dall’Amministrazione, assieme al comandante dei vigili. Altra mezz’ora circa di stop, in cui non si capisce cosa stia succedendo, di cosa stiano parlando in separata sede: secondo indiscrezioni, pare che alcuni consiglieri volessero far sgomberare l’aula, ma altri non hanno accettato questa condizione. Si riprende, comunque, ma nessuno ascolta. Ancora brusio da parte del pubblico, che però inizia a lasciare l’aula. Qualcuno va via silenziosamente, scuotendo la testa; qualcuno, invece, si allontana rumorosamente e i fischietti continuano a risuonare nel silenzio delle scale.

In mezzo a tutta questa confusione, gli slogan urlati, qualche applauso all’opposizione, a gridare più forte di tutto ieri è stata l’assenza del sindaco, che forse è rimasto a casa a guardare Vittorio Sgarbi che lo insultava nuovamente in tv. Da rilevare anche l’assenza degli organi di stampa.

[vsw id=”KvkE-luc7uc” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.