L'informazione ai tempi del sindaco Massimo Federici…

LA SPEZIA – La lunga vicenda di Piazza Verdi continua e approda ai TG nazionali, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dell’avvocato Daniele Granara e sospende la prosecuzione dei lavori nella parte centrale della Piazza, ossia nell’area dove sorgeva il filare di pini ultrasettantennale e quindi vincolato.

Questa mattina il Comune di La Spezia ha diffuso il seguente comunicato stampa:

L’Amministrazione comunale informa che i lavori di riqualificazione di Piazza Verdi proseguono secondo il programma operativo previsto nel pieno rispetto del Decreto emesso dal Consiglio di Stato in data 30 maggio 2014. Da martedì prossimo, per garantire i lavori di sistemazione di una condotta idrica di via Tommaseo, il traffico veicolare verrà dirottato in un senso di marcia sulla parte della Piazza lato mare.Terminati questi lavori tutto il traffico verrà spostato sulla carreggiata lato mare.Il cantiere comprenderà quindi anche la parte della Piazza lato monte. I lavori riguarderanno la riqualificazione dei marciapiedi nel pieno rispetto del progetto approvato e la sistemazione dei sottoservizi nell’attuale sede stradale.I lavori di pavimentazione del marciapiede lato mare termineranno entro il mese di giugno e questo lato della nuova piazza sarà restituito alla città. Da martedì prossimo sarà attivata una fermata del T.P.L., all’interno della Piazza lato mare.

Nessun fermo al cantiere quindi come richiesto dall’avvocato Granara,a nome dell’Associazione verde, Ambiente e Società, in una lettera inviata a questa Amministrazione, che provocherebbe gravi danni all’Amministrazione comunale, ai commercianti e alla nostra Comunità tutta”.

Nelle ultime righe la solita inesattezza: il cantiere prosegue i lavori, ma SOLO sulle parti laterali, la parte centrale, quella dove sorgeva il filare, al momento non si tocca, come stabilito dal Consiglio di Stato (qui il link), alle cui direttive il Comune ha obbligo di attenersi.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.