Zoe Boekbinder da Bacchus venerdì 23 maggio

LA SPEZIA– Venerdì 23 maggio l’Osteria Bacchus ospita Zoe Boekbinder, a partire dalle ore 22.

Zoe canta fuori dal tempo, con vocalizzi e timbro che ricordano vecchi e polverosi dischi del passato. Si accompagna spesso e volentieri con una chitarra acustica suonata in finger-picked style, ma non disdegna la sperimentazione specie con apparati elettronici (loop pedals, distortion effects). Il suo album più recente, Darling Specimens, è stato riconosciuto da più critici come un album unico nel suo genere.
Il nuovo progetto di Zoe nasce con alcuni colleghi al New Folsom Prison in California, dove si occupa di workshops e concerti ormai da anni, e da questa esperienza sono scaturite le canzoni da cui l’idea di partire per un nuovo tour europeo con due compagne di viaggio, la violoncellista Danah Olivetree e la polistrumentista Taylor Ross.

Zoë Boekbinder, riconosciuta artista del circuito cosiddetto “underground” statunitense,   ha diviso la scena con gente del calibro di Amanda Palmer, Kaki King, Jeff Lewis e Neil Gaiman. Prima di ciò per cinque anni ha suonato con sua sorella nel bizzarro progetto Vermillion Lies (wikipedia).

info e prenotazioni: 3394908117  / 01871584939

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.