Spezia, il dopo Varese

Il direttore sportivo Romairone (nella foto il secondo da sinistra) commentando  il momento delicato del finale di campionato aquilotto: “ Voglio parlare subito per chiarire la situazione. Vogliamo lottare sino alla fine per raggiungere l’obiettivo dei playoff. Ci crediamo in maniera incredibile. Pertanto sino all’ultimo minuto dell’ultima giornata, cercheremo di fare di tutto per riuscirci. Quello che dico deve essere un segnale chiaro e forte, con la società che vuole centrare l’obiettivo. Abbiamo bisogno di tutta la città, e tutte le componenti attorno alla squadra: tifoseria, dirigenza, media. E’ difficile centrare i playoff ma abbiamo bisogno della parte sana della tifoseria, che ci stimoli e che ci sostenga sino alla fine del campionato. La classifica è sempre a portata di mano quindi abbiamo il dovere di continuare a provarci. Vogliamo che la gente ci inciti e che sia detto in maniera chiara da parte degli organi di stampa. Tra le tante difficoltà, vedi gli infortuni, vogliamo con le prestazioni continuare a lottare. I conti li faremo alla fine del torneo”.

Mister Mangia ha commentato così la vittoria: “Succede che alla prima volta che gli avversari arrivano sotto porta, riusciamo a prendere gol. Dobbiamo essere più bravi per evitare questa circostanza, altrimenti siamo sempre a rincorrere il risultato molto presto. Quando le cose girano storte può esserci un momento di poca fiducia, di pessimismo ma dopo abbiamo provato a giocare e i ragazzi mi sono piaciuti. Soprattutto ho visto in loro la voglia di attaccare l’area di rigore avversaria. La voglia di fare gol, anche se dobbiamo essere più sereni nella gestione del match. La vittoria è stata voluta, questo lo apprezzo molto. In questo momento è forse più difficile incontrare le squadre dietro in classifica, ma ora intanto abbiamo solo scontri diretti con le pretendenti ai playoff come noi. In difesa abbiamo avuto alcune difficoltà ma siamo stati bravi a contenere gli avversari; lo sapete io parlo sempre del collettivo, non mi piace scindere l’analisi della gara per reparto”.

Mister Sottili (Varese) ex calciatore aquilotto, dando la sua versione di come  si è svolta la prestazione della sua squadra ha espresso parole di rammarico: “Solo dopo la prestazione di Cittadella ero preoccupato perché non avevamo giocato come sappiamo. Anche stasera i miei ragazzi sono stati propositivi ma non sono arrivati punti. I risultati sono la vera preoccupazione attuale. Se questa è un squadra che merita sei sconfitte consecutive, lo avete visto sul campo come la squadra si è espressa. Non meritiamo la classifica che abbiamo, ma purtroppo dobbiamo andare avanti. Non voglio mai parlare delle decisioni arbitrali ma questa sera ho visto delle cose che non mi hanno convinto. Alcuni episodi hanno deciso in maniera evidentela partita. Purtroppo ha pesato l’espulsione e non mi pare che in inferiorità numerica abbiamo sofferto gli attacchi dello Spezia. Se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla, questa è la mia analisi. Purtroppo però i se e i ma non contano niente. Quindi io rimango ancora di più convinto che ci salveremo, lo so, sembrerò pazzo, ma questo è il mio pensiero. In questo momento quello che conta di più è la tenuta mentale per non mollare e questo vedo che i ragazzi la possiedono per giocare determinati ogni partita. Il gruppo è sano, ha voglia di uscire da questa situazione”.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.