Save the children: la Liguria all’undicesimo posto per “povertà educativa”

Con l’aiuto di esperti l’Organizzazione “Save the children” misura la deprivazione educativa dei minori in Italia nel nuovo Indice di Povertà educativa (IPE) e lancia la campagna “Illuminiamo il Futuro”, per dare educazione e speranza ai bambini stretti nella morsa delle povertà. Al via il Punto Luce di Genova, in collaborazione con l’Unione Italiana Sport per Tutti (UISP)-Genova al quartiere di Sestri Ponente.  Fino al 1°giugno attivo l’sms 45509 per raccogliere fondi. A sostegno della campagna un gruppo di testimonial  ritratti dal fotografo Fabio Lovino, molte aziende e associazioni.

È la Campania la regione italiana con la maggiore “povertà educativa”, cioè dove più scarsa e inadeguata  è l’offerta di servizi e opportunità educative e formative per i bambini e adolescenti mentre la Liguria è all’undicesimo posto in questa classifica: insufficienti gli asili e le scuole a tempo pieno nella regione; solo poco più della metà delle strutture scolastiche ha un certificato di agibilità.  Poca lettura, sport, arte e perfino Internet a occupare il tempo libero dei giovanissimi e un tasso di dispersione scolastica elevato.  Una deprivazione educativa nel complesso meno consistente rispetto ad altre regioni, ma che denota criticità che si sommano alla povertà economica che riguarda ormai oltre 1 milione di minori in tutta Italia, mentre 3 milioni e 500 mila sono a rischio di povertà ed esclusione.  Al polo opposto della classifica è il Friuli Venezia Giulia, seguito da Lombardia e l’Emilia Romagna, le regioni italiane più “ricche” di servizi e opportunità educative per bambini e adolescenti.

Queste sono solo alcune delle principali evidenze del rapporto “La Lampada di Aladino – L’Indice di Save the Children per misurare le povertà educative e illuminare il futuro dei bambini in Italia”, elaborato per la prima volta da Save the Children – l’Organizzazione dedicata dal 1919 a salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti – con il contributo di un comitato scientifico, e reso noto oggi, in contemporanea con il lancio della campagna “Illuminiamo il Futuro”, per rispondere concretamente alla deprivazione educativa e culturale di tanti minori e dare loro la possibilità di conoscere e coltivare i propri talenti.

I Punti Luce sono centri gestiti in collaborazione con una rete di organizzazioni partner ben radicate sul territorio (UISP-Unione Italiana Sport per Tutti-Genova, Associazione Mama Happy, CSI-Centro Sportivo Italiano-Catania, Associazione Inventare Insieme onlus, Associazione don Milani-Libera) e si trovano in aree caratterizzate dalla scarsità di servizi. Presso questi centri  “ad alta densità educativa” bambini e adolescenti possono studiare, giocare, avere accesso ad attività sportive, culturali e creative[4]. Inoltre i bambini e gli adolescenti in condizioni accertate di povertà, saranno sostenuti da una dote educativa, un piano formativo personalizzato che consentirà ad esempio l’acquisto di libri e materiale scolastico, l’iscrizione a un corso di musica o sportivo, la partecipazione ad un campo estivo o altre attività educative individuate sulla base anche delle inclinazioni e talenti del singolo bambino.
Entro fine 2014 Save the Children prevede di arrivare a 10 punti luce – con aperture a Torino, Napoli, Roma, Milano  – e di assegnare 1.500 doti educative.
E  oggi, in occasione del lancio della campagna “Illuminiamo il Futuro”, viene inaugurato a Genova Il Punto Luce di Save the Children in collaborazione con UISP-Unione Italiana Sport per Tutti-Genova.
E’ ospitato in uno spazio di circa 150 mq presso il circolo UISP ‘Filippo Merlino’ in via Galliano 16, nel cuore del quartiere di Sestri Ponente. Accoglierà bambini e ragazzi dai 6 ai 17anni che avranno a disposizione diverse sale, un internet point, una tensostruttura all’esterno e saranno coinvolti in attività quali laboratori di fotografia, multimediali, di teatro in movimento, gioco e sport, invito alla lettura, sostegno scolastico, educazione alimentare e a sani stili di vita, educazione all’utilizzo responsabile del web e dei social network.

Per ulteriori informazioni e per aderire alla campagna: www.illuminiamoilfuturo.it

www.savethechildren.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.