Coppa Anellone di canottaggio a Roma

Per il secondo anno consecutivo l’Uisp Roma sceglie la mattina della Festa del lavoro per portare lo sport lungo le rive del Tevere con Vivicittà-Vivifiume 2014 per ridare vita ad uno dei tratti più belli e suggestivi della città. L’edizione romana di Vivicittà 2014, sulla distanza del quarto di maratona (10,548 km) per la prova competitiva e sui 4 km della prova non competitiva, viene accompagnata e impreziosita da tutte una serie di altre manifestazioni e gare con al centro il tema dell’acqua: la terza edizione della Coppa anellone di canottaggio, la seconda della Roma Dragon Boat e la conclusione della Discesa internazionale del Tevere.

Teatro delle competizioni è stato sul Tevere il tratto più centrale e suggestivo: il fulcro tra Ponte Regina Margherita – sotto il quale sulla riva destra partiranno le due gare di Vivicittà – e Ponte Umberto I –
Anche quest’anno come accennato il Comitato UISP Roma con il coordinamento dell’olimpionico Bruno Mascarenhas, ha organizzato la Coppa Anellone di canottaggio per imbarcazioni miste da otto. Non ha voluto mancare il Sodalizio della Polisp Spezzina/Velocior con la responsabile Elisabetta Podestà e gli atleti Andrea Ciancio, Nicola Marchini e Pino Cocco, che si sono esibiti sul’otto composto insieme alla Società Canottieri Lazio e sull’altra imbarcazione dell’otto l’equipaggi della Canottieri Tevereremo, l’esibizione modello Cambridge e Oxford si è svolta sulla distanza di 400 metri da ponte Umberto I a ponte Sant’Angelo, gli equipaggi integrati hanno dato vita ad una gara molto avvincente che alla fine ha visto mettere la prua davanti dall’equipaggio formato da Canottieri Lazio – Polisp. Spezzina/Velocior e aggiudicandosi così la seconda edizione della Coppa Anellone Speciale. A sostenere e supportare l’iniziativa il Tecnico Nazionale Special Olympics Canottaggio Paolo Ramoni, nello stesso teatro si sono svolte anche le gare dei Dragon Boat.

Presente anche nelle vesti di Coordinatore Nazionale Canottaggio UISP Pino Cocco che ha sottolineato l’importanza del valore dello sport, integrato in uno scenario unico sotto Castel S.Angelo attraverso il quale ha visto la partecipazione di oltre 1500 persone che hanno trovato modo di ritrovarsi nel Running, Dragon Boat, Canottaggio, Canoa e Mountan Bike, uniti con la passione di stare insieme e passare una giornata insieme ed appropriarsi di uno spazio spesso vietato quale le sponde del Tevere, rendendo quello che sembrava un sogno una delle più belle realtà dello sport romano. Un ringraziamento ai tanti volontari che hanno reso possibile questa bella giornata di Sport.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.