I sogni diventano realtà con “Scuole al Picco”

L’odore della canfora, le maglie appese nello spogliatoio, il rumore dei tacchetti, la luce in fondo al tunnel che rivela il manto erboso ed uno stadio pronto ad accoglierti mentre lo speaker scandisce il tuo nome negli altoparlanti e la Curva Ferrovia canta sulle note di “Non siete soli“. Sensazioni che tutti i tifosi aquilotti vorrebbero provare almeno una volta nella propria vita e che ieri pomeriggio i bambini della scuola primaria “Enzo Venturini” di via Bologna hanno avuto l’occasione di sperimentare in prima persona, nell’ambito dell’iniziativa “Scuole al Picco“, organizzata dallo Spezia Calcio in accordo con gli istituti scolastici del territorio.

Un pomeriggio trascorso ripercorrendo le tappe più significative della storia aquilotta, dalla fondazione nel 1906, al ricordo di Alberto Picco, passando per l’incredibile scudetto vinto contro l’invincibile Torino, fino ai tempi attuali sotto la presidenza Volpi, che ha consentito ai bambini non solo di imparare nuove nozioni sulle Aquile, ma di diventarne protagonisti per un giorno, seguendo il percorso che gli atleti percorrono prima di ogni match, entrando negli spogliatoi del ‘Picco’ e nel tunnel, prima dell’emozionante entrata sul rettangolo verde, accompagnata dall’inno dello Spezia e dal nome di ciascun bimbo urlato nel microfono.

Dopo esser saliti in tribuna ed esser passati successivamente in sala stampa, come sempre accompagnati dal responsabile della comunicazione dello Spezia Calcio, Leonar Pinto, e dall’ex internazionale Luca Maggiani, cicerone d’eccezione, ecco la sorpresa più grande per i piccoli tifosi bianchi, con Nicola Ferrari, Nicola Bellomo e mister Devis Mangia, pronti a rispondere ai più disparati interrogativi degli improvvisati giornalisti, prima dell’assalto per guadagnarsi un autografo su un gagliardetto delle Aquile, una foto ricordo o semplicemente per veder ancor più da vicino i propri idoli.

Un’esperienza unica, sottolineata dalle risate e dal luccichio negli occhi dei piccoli tifosi, che non dimenticheranno mai questa giornata speciale trascorsa nel tempio del calcio spezzino.

Articolo originale: www.acspezia.com

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.