La palma nel platano: meraviglie della Natura

Fino a qualche anno fa la nostra Spezia era famosa per “tutti quei bei viali alberati“, le persone che venivano da fuori commentavano “quanto verde c’è in centro città“. Da qualche anno, però, le cose sono leggermente peggiorate: alberi storici sono stati abbattuti, spesso con spiegazioni vaghe e confuse. In alcuni casi le piante sono state sostituite da nuovi alberelli che, ne siamo sicuri, cresceranno e diverranno belli e rigogliosi come quelli di cui hanno preso il posto… ma che ora non ispirano molta fiducia. In altri casi, invece, al posto di pioppi, platani, palme e così via sono rimasti solo tronchi tagliati e mai estirpati, che strappano sospiri ai passanti, che spesso si chiedono: “Perché???“. In questa città il verde pubblico è sofferente: trascurato per anni, oggi ci sono molti alberi secchi, malati, poco stabili.

Tuttavia la Natura spesso ci regala cose straordinarie. Al Parco della Maggiolina, per esempio, un tronco tagliato continua a generare foglie verdi, come se non avesse intenzione di arrendersi.

In Viale Italia, invece, nel ramo cavo di un platano è nata una palma: la foto è stata pubblicata su FaceBook da un amico e lettore, Giorgio Di Sacco Rolla. Qualcuno ha subito ironizzato su una possibile “mutazione genetica” del platano che, essendo a conoscenza dell’avversità che gli amministratori nutrono per i suoi simili, ha deciso di camuffarsi da palma… Al di là delle battute, rimane un’immagine bellissima di come la Natura, a volte, ci regali spettacoli che l’uomo non sarà mai in grado di riprodurre ed è l’esempio di come sia meglio l’imperfezione di una palma nata in un posto inconsueto rispetto alla “simmetria” voluta dai nostri Amministratori, che sognano alberi tutti uguali, ben disposti e in ordine.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.