LaSpeziaOggi intervista i Modena City Ramblers

LIVORNO – Una delle formazioni folk rock italiane di maggior successo, i Modena City Ramblers si sono esibiti venerdì 25 aprile  (la giornata di festa dedicata all’anniversario della Liberazione) al The Cage Theatre di Livorno, tappa del loro tour Venti, con il quale festeggiano i 20 anni di “Riportando tutti a casa”, il primo disco uscito nel 1994, dopo 3 anni di amicizia, prove, concerti e demo. La formazione della band risale infatti al 1991, ma è l’uscita dell’album d’esordio ad aver determinato le sorti e la carriera di un gruppo di amici uniti dalla passione che gli accomuna alla passione di un genere musicale denominato combat folk, non facendo nemmeno mistero di provare un amore sviscerato per il folk irlandese, le cui sonorità permangono anche dopo la contaminazione di altri stili come, ad esempio il rock con contaminazioni punk. I MCR utilizzano brani strumentali della tradizione popolare (irlandese, scozzese, celtica, klezmer, balcanica, italiana) come basi per loro brani, come riff o come assolo.

 

 

 

Da allora ha avuto inizio una carriera densa di esperienze e ininterrotti successi perchè i Ramblers, come hanno scritto Paolo Verri e Paolo Ferrari nel libro L’Italia ai tempi dei Modena City Ramblers: “Sono uno stile di vita e di pensiero, che li mette al fianco del loro pubblico, di cui non sono idoli ma amici fraterni”.

Attivissimi e militanti, coniugano musica, impegno politico e sociale. Attualmente i MCR sono Davide “Dudu” Morandi alla voce, Massimo “Ice” Ghiacchi al basso, Roberto Zeno alla batteria e percussioni, Franco D’Aniello al tin whistle e flauti, Francesco “Fry” Moneti al violino e chitarra elettrica, Luca Serio Bertolini alla chitarra acustica, Leonardo Sgavetti alla fisarmonica e tastiere.

Al The Cage Theatre di Livorno, prima dell’inizio del concerto, li abbiamo incontrati e fatto una chiacchierata con Franco D’Aniello, cofondatore e volto storico del gruppo.


 Venti è il tour iniziato a metà marzo e proseguirà fino al mese di settembre in diverse città italiane. Come sta andando?

<<Il tour sta andando molto bene, è la nostra storia in un concerto. Venti è un live che presenta tre diversi momenti, a comporre quella che da sempre è la ricca identità del sound della band: una parte strettamente combat folk, una parte più robusta ed elettrica di celtica patchanka, ed infine un momento più raccolto ed acustico.  In scaletta proponiamo inoltre pezzi che non facevamo da tempo.>>

Cosa è cambiato dagli esordi della vostra carriera ad oggi?

<<Sono cambiati alcuni elementi ma il progetto Modena City Ramblers è il medesimo, è come per una squadra di calcio che continua ad esistere e rimanere forte anche se alcuni elementi cambiano.>>

Facendo un bilancio, c’è qualcosa che non rifareste?

<<No, rifaremmo tutto allo stesso modo, siamo istintivi, cogliamo l’attimo sempre. Ci piace raccontare storie che veniamo a conoscere e la nostra musica non prescinde mai da alcuni fattori: la gioia di fare, ascoltare,  pensare e l’impegno che è insito nelle persone che scrivono, da cui traggono ispirazione.>>

Siete seguiti da un pubblico di tutte le età e molti giovani apprezzano la vostra musica impegnata. Come riuscite a “parlare alle nuove generazioni?

<<Il mondo degli adulti “normali” tende a capire poco i giovani, li massificano, invece ci sono tantissimi ragazzi che ascoltano e partecipano, hanno voglia di impegnarsi, basti pensare alle numerose associazioni di volontariato cui dedicano tempo ed energie. La società condiziona, nel bene e nel male, quindi le giovani generazioni vanno stimolate e incuriosite. Noi siamo fieri di riuscire a parlargli con coerenza e sincerità, senza slogan.>>

Qual’è la canzone che vi rappresenta di più ?

<<Bella Ciao, anche se non è nostra, e sicuramente I cento passi che è diventata un inno generazionale.>>

 La tournée 
30 aprile, Aspettando il Primo Maggio, Teramo
1° maggio, Concerto Primo Maggio, Roma
11 maggio, Live a Viddalba, Sassari
 
16 maggio, Prato a tutta birra, Prato
22 maggio, Audiodrome, Moncalieri
Le date del tour sono pubblicate su www.ramblers.it
[vsw id=”3VDoSDTnGHg” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.